WWE, ecco tutti i risultati di Clash of Champions

Si è tenuto tra la notte di domenica e quella di lunedì, per l’orario italiano, l’atteso evento di wrestling della WWE, Clash of Champions. Una serata in cui non sono mancate le emozioni, specialmente per via dei tanti titoli in palio. Una manifestazione aperta nel kick off, con il titolo dei pesi leggeri mantenuto da Drew Gulak, e soprattutto quello degli Stati Uniti, che AJ Styles ha difeso con successo contro lo sfidante Cedric Alexander.

Extreme Rules WWESerata che prosegue con l’inizio vero e proprio di Clash of Champions. Dolph Ziggler e Robert Roode conquistano le cinture di coppia di RAW contro i campioni in carica Seth Rollins e Braun Strowman, che nel main event si affronteranno anche per lo Universal Championship. Primo titolo femminile, quello di SmackDown: vittoria sporca di Bayley (turnata heel nelle ultime settimane) ai danni della beniamina di casa, Charlotte Flair. Per i titoli di coppia di SmackDown, gli sfidanti Revival hanno avuto la meglio sul duo del New Day composto da Big E e Xavier Woods. Ultimi titoli di coppia in palio, quelli femminili: Alexa Bliss e Nikki Cross sono riusciti a mantenerli contro Mandy Rose e Sonya Deville.

La serata di WWE prosegue poi con il titolo intercontinentale: grazie all’ausilio di Sami Zayn, Shinsuke Nakamura è riuscito a sconfiggere lo sfidante The Miz. Si passa poi alla cintura femminile di RAW: match rude quello tra Becky Lynch, attualmente il volto della federazione, e Sasha Banks. Circa 20 minuti senza esclusioni di colpi, e alla fine è stata la sfidante a vincere, ma solo per squalifica: il titolo viene così mantenuto dalla lottatrice irlandese.

Il titolo WWE viene conservato da Kofi Kingston, campione da ormai 5 mesi: persino un atleta del calibro di Randy Orton è costretto ad arrendersi. Ultime due sfide al cardiopalma: nel no disqualification match, con il clamoroso aiuto di Luke Harper (tornato dopo Wrestlemania 35, oltre 5 mesi di assenza), Erick Rowan ha la meglio su Roman Reigns. Infine, Seth Rollins abbatte il gigante Braun Strowman e mantiene il titolo universale, per poi essere a sua volta attaccato da The Fiend, Bray Wyatt, al termine della contesa: la sfida per Hell in a Cell è già lanciata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*