Wrestling, dramma Roman Reigns: ha la leucemia

Per anni si è dibattuto, e ancora si continua a parlare, sul fatto se il wrestling possa o meno essere considerato alla stregua di una disciplina sportiva vera e propria. Certamente, il business che guida questa industria intrattiene e divertente milioni di persone in tutto il pianeta, realizzando zoccoli in qualche caso davvero duri di fan. Ecco perché, quando in un ambiente generalmente caratterizzato da fiction e copioni già scritti si mischiano fatti di cronaca reali, in particolar modo quando riguardano i beniamini del pubblico, si crea un certo sgomento, uno shock. Il fatto è stato reso noto durante l’ultima puntata dello show settimanale del Monday Night Raw: Leati Joseph Anoa’i, meglio noto con il ring-name di Roman Reigns, è momentaneamente costretto al ritiro forzato da ogni attività. Il motivo è la malattia che lo affligge da 11 anni, e che adesso, purtroppo, sembra essere tornata: la leucemia.

Roman ReignsIl nome del trentatreenne Roman Reigns è relativamente recente ai fan di vecchia data del wrestling, e tuttavia, così come gli altri due amici e colleghi che compongono il gruppo dello Shield (il trio di lottatori completato da Seth Rollins e Dean Ambrose), nel giro di pochi anni è divenuto uno di quelli più vincenti e altisonanti. Non a caso, soltanto nel mese di agosto, Roman Reigns, compatibilmente con le storyline scritte dagli sceneggiatori dello show, era finalmente riuscito a sconfiggere il rivale Brock Lesnar, conseguendo lo Universal Championship: il titolo più importante dell’associazione WWE.

Divenuto wrestler a partire dal 2010, a seguito di una fallimentare carriera nel football americano, Roman Reigns era diventato in breve tempo uno dei lottatori di punta della WWE, tanto da essere scelto, nel 2014, come il vero volto della federazione, specialmente a fronte della graduale uscita di scena di John Cena. Almeno fino allo scorso lunedì sera, quando, visibilmente emozionato, il lottatore ha annunciato la propria malattia, promettendo però che tornerà presto, una volta sconfittala. Da parte nostra, non possiamo che augurargli una pronta e veloce guarigione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*