Vettel trionfa in Bahrain: una Pasqua con i fiocchi per i tifosi della Ferrari

In Bahrain è trionfo per la Ferrari di Sebastian Vettel che adesso allunga in vetta alla classifica, dopo una gara strategicamente perfetta.

Nell’uovo di Pasqua dei tifosi della Ferrari c’è il successo inaspettato in Bahrain di Sebastian Vettel che prevale sul rivale della Mercedes, Lewis Hamilton, dopo una gara strategicamente perfetta. Il pilota tedesco sfrutta una ottima partenza che gli ha consentito di scavalcare, al semaforo verde, la Mercedes di Bottas. La Ferrari indovina il momento dei cambi, mentre la scuderia rivale pasticcia al pit stop ed Hamilton viene penalizzato per avere rallentato Ricciardo sulla pit stop lane.

Vettel prende il comando della gara dopo il primo cambio di gomme riuscendo a fare leva sulla propria esperienza e sul grande talento, per gestire il primo posto e mettere la propria Ferrari davanti a tutti allo sventolio della bandiera a scacchi. Per il pilota della Ferrari si tratta del 44.mo successo in carriera e il secondo di questa stagione iniziata in modo trionfale. Adesso conduce in classifica con 68 punti su Hamilton, che segue a 61. Al terzo posto si è piazzato Valtteri Bottas, mentre la quarta piazza spetta a Kimi Raikkonen, ben distanziato dai rivali. Finisce anticipatamente la corsa di Verstappen finito nel muro per un problema al disco dei freni.

‘Mi sto godendo la macchina – ha commentato euforico il vincitore del Gran Premio del Bahrain – ma è presto per fare programmi a lunga scadenza. Siamo solo all’inizio. Sono contento per il team, per i ragazzi che lavorano giorno e notte. Adesso farò i test: quando scendo non vedo l’ora di risalire sulla macchina’.

Hamilton si complimenta con gli avversari a fine gara ma promette battaglia già dal prossimo Gran Premio: ‘Non sono partito bene – ha confessato il pilota britannico – nella pit lane è stata colpa mia, mi scuso con il team ce l’ho messo tutta per recuperare ma il distacco, era troppo. La Ferrari ha fatto un gran lavoro, ora dobbiamo spingere di nuovo. Torneremo forti come prima’.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*