Vettel, che impresa in Bahrein: Mercedes sul podio

Si è concluso poco fa il secondo gran premio della sessantanovesima edizione del campionato mondiale di Formula 1, con una vittoria, quella conquistata tra mille fatiche da Sebastian Vettel, che ha il sapore dell’impresa. Il pilota della Ferrari, infatti, al culmine di una giornata non particolarmente positiva per la scuderia rossa, porta a casa un trionfo a dir poco eroico.

Ferrari VettelEppure tutto lasciava presagire ad un pomeriggio tranquillo per la Ferrari, che nelle prove libere e nelle qualifiche aveva letteralmente dominato sui rivali di turno, Mercedes incluse. Lo stesso Lewis Hamilton pareva tagliato fuori dai giochi, retrocesso di cinque posizioni a causa della sostituzione del cambio, e dunque nono nella griglia di partenza.

Il brutto pomeriggio di Kimi Raikkonen, protagonista di una delle gare forse peggiori della sua intera carriera, ha lanciato la rincorsa della casa dalle frecce d’argento. Superato al semaforo verde da Valtteri Bottas, quest’ultimo, stavolta, autore di un ottimo gran premio, il finlandese della Ferrari compie un vero e proprio patatrac durante il pit-stop del 36° giro: ripartenza troppo anticipata, la gomma anteriore sinistra non è ancora fissata e la macchina, dopo aver peraltro urtato un meccanico (prontamente soccorso), si ferma in pochi metri.

La resa di Raikkonen riapre un’altra gara, con Sebastian Vettel, rimasto ora solo, costretto a resistere agli assalti di Bottas e Hamilton, quest’ultimo riportatosi al terzo posto dopo una grande rincorsa. E così, la Ferrari decide per un cambio al volo di strategia, non richiamando Vettel per un secondo pit-stop nonostante il veloce deterioramento delle gomme.

La mossa è incredibilmente rischiosa, ma paga bene: negli ultimi de giri il teutonico della Rossa riesce in qualche modo a resistere, tenendo alle proprie spalle un ben più lanciato Bottas, che però non riesce nel sorpasso. Vettel, così, vince anche il secondo gran premio, e incrementa il proprio vantaggio nella classifica piloti: 50 punti, contro i 33 di Hamilton ed i 22 di Bottas. Ferrari che mantiene il primato anche nella classifica costruttori: 65 punti contro i 55 della Mercedes.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*