Tragedia Venus Williams, coinvolta in incidente mortale

Nonostante la notizia sia giunta agli onori della cronaca soltanto negli scorsi minuti per via dei suoi tragici risvolti, ha già fatto il giro dell’intero mondo sportivo. Venus Williams, fra le più grandi tenniste di tutti i tempi, e sorella dell’ancor più celebre Serena Williams, è stata infatti coinvolta in un drammatico incidente stradale, nello scorso venerdì 9 giugno, nel quale un uomo di 78 anni ha perduto la vita. Un incidente che, stando ad un rapporto stilato dalla polizia statunitense, sarebbe stato provocato proprio dall’atleta americana.

incidente stradale mortaleL’anziano, che nel sinistro ha avuto la peggio, è deceduto soltanto nelle scorse ore: la complicazione che ne ha causato la morte è da ricercare in un trauma cranico. Il che, chiaramente, pone Venus Williams in una posizione ancor più grave di quanto non fosse inizialmente, soprattutto dopo le ultime delucidazioni fornite dalle forze dell’ordine locali.

Difatti, contrariamente a quanto finora sostenuto da Malcolm Cunningham, legale di Venus Williams, la tennista, presso un incrocio regolato da un semaforo, non avrebbe rispettato la precedenza, passando con il rosso ad una velocità al momento non meglio specificata. L’avvocato della celebre atleta aveva finora difeso la propria cliente sostenendo che, nel suddetto incrocio, a Palm Beach Gardens, sito in Florida, la Williams sarebbe passata con il verde, mantenendo una velocità ridotta.

Una tesi che la polizia avrebbe rigettato, tanto più che il veicolo della vittima, a quanto sembra, proveniva dalla destra. Ad aggravare la cosa, il fatto che anche la moglie dell’uomo sarebbe rimasta gravemente ferita, riportando diverse fratture. L’indagine è ancora in corso, e sicuramente maggiori dettagli verranno forniti nelle prossime ore, ma certamente la situazione non è fra le più confortanti per la ex numero uno del mondo del tennis femminile. Che, da par suo, ha comunque tenuto ad esprimere le proprie condoglianze alla famiglia dell’anziano, rimasto vittima di questo tragico incidente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*