Temperature di Sochi non saranno un problema secondo Vettel

Entriamo dunque di diritto nella settimana che ci porterà alla quarta corsa del campionato mondiale di Formula 1, giunto alla sua 68° edizione. Si tratta di un torneo, fin qui, particolarmente interessante e ricco di colpi di scena, il più importante dei quali è stato certamente il ritorno della Ferrari ad alti livelli. La scuderia italiana, dopo anni di anonimato e di delusioni, pare infatti essere finalmente tornata sulla cresta dell’onda, e il suo alfiere, Sebastian Vettel, sembra poter puntare addirittura al titolo.

Vettel Hamilton Ferrari Mercedes Formula 1Il pilota teutonico, infatti, fin qui ha raccolto una serie di risultati a dir poco eccellenti. Pur partendo come sfavorito, almeno sulla carta, rispetto alla Mercedes di Lewis Hamilton, Vettel è riuscito a prevalere addirittura per due volte su tre, mentre nell’altra occasione ha conquistato un comunque dignitosissimo secondo posto. Inutile dire che, chiaramente, tutto ciò ha infiammato ancora di più la competizione, per la gioia dei bookmakers, dei giornalisti e degli addetti ai lavori.

Tuttavia la prossima gara verrà corsa in Russia, sul complicato International Street Circuit di Sochi. E, manco a dirlo, son partite subito illazioni secondo le quali, in questa situazione, Vettel avrebbe ben poche speranze di vittoria. Alcuni esperti, infatti, sostengono che la Ferrari finora abbia prevalso soprattutto grazie a delle particolari condizioni metereologiche: le temperature alte, in questo senso, favorirebbero non di poco la Rossa, al contrario della Mercedes, per la quale il caldo sarebbe un handicap.

Ha voluto pensare lo stesso Vettel, dunque, a rispondere a queste voci e a dire la sua. “A Sochi le temperature saranno sicuramente più basse che in Bahrein”, ha affermato il corridore tedesco, “ma non credo che avremo problemi per questo. In fin dei conti anche in Cina siamo stati competitivi”, ricordando il secondo posto nonostante l’ingresso della safety car, che in qualche modo aveva penalizzato la Ferrari.

“L’obiettivo, ad ogni modo”, ha poi concluso Vettel, “è quello di esercitare ancora pressioni sui nostri avversari, Hamilton in primis. Finora abbiamo avuto delle tattiche perfette, e dobbiamo tenere alta la concentrazione.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*