Super Napoli in Champions, Feyenoord abbattuto

È stato un grande Napoli quello che, poco fa, in occasione del secondo match della fase a gironi della Champions League, è riuscito a superare agevolmente il Feyenoord, riscattando così la deludente sconfitta patita qualche settimana fa per mano dello Shakhtar Donetsk. I partenopei, fra le mura amiche del San Paolo, hanno offerto una prestazione brillante, con l’unica sbavatura sul gol finale degli olandesi, che comunque non intacca una serata a dir poco magica.

Napoli ReinaPer l’occasione, Maurizio Sarri ha schierato il Napoli a cui siamo oramai abituati, con un temibile 4-3-3 e con il micidiale tridente leggero in avanti, composto da Insigne, Mertens e Callejon: non a caso le tre reti che hanno permesso agli azzurri di superare il Feyenoord sono state realizzate proprio dai folletti campani, ancora una volta protagonisti di una prova straordinaria.

Ad aprire le danze, dopo appena sette minuti dal fischio d’inizio, ci ha pensato Lorenzo Insigne: bella percussione centrale, destro chirurgico radente dal limite dell’area, e palla in fondo al sacco. Gli olandesi faticano a creare grossi problemi al Napoli, che anzi va vicino al raddoppio più di una volta. Per arrotondare il risultato, tuttavia, Maurizio Sarri dovrà attendere la seconda frazione di gara: allorché, al 49°, Ghoulam mette un pallone eccellente al centro dell’area, e Mertens, lasciato colpevolmente solo, non deve far altro che indirizzare alle spalle di Jones, con un destro preciso.

Al 67° le sorti della partita potrebbero cambiare, grazie ad un calcio di rigore generosamente concesso al Feyenoord dal signor Collum. Reina, tuttavia, è bravo a respingere il tiro di Toornstra, mentre tre giri di lancette più tardi Callejon chiude i conti: Mertens offre un assist eccellente all’argentino, che da par suo incrocia la conclusione e la deposita in rete.

C’è ancora spazio per il gol della bandiera del club olandese con Amrabat, concesso un po’ troppo ingenuamente dai difensori del Napoli proprio al 93° minuto. Ma non si può che essere soddisfatti. Ora, però, occhio al Manchester City, l’avversario più temibile del girone.

1 Trackback / Pingback

  1. Juventus, è un Pipita da Champions: Olympiacos abbattuto - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*