Serie A, Venezia batte Trento 79-78. Vince Milano, ma quanta fatica

venezia trento milanoLa seconda giornata del campionato di Serie A di basket maschile offriva già spunti molto interessanti, a cominciare dall’immediata ‘rivincita’ di quella finale scudetto di qualche mese fa, che ha visto la Reyer Venezia laurearsi campione d’Italia dopo aver sconfitto 4-2 l’Aquila Trento di coach Buscaglia.

I tricolori sono riusciti a confermarsi, seppure sul filo di lana. La Reyer ha battuto gli avversari trentini 79-78, grazie ad un canestro di Orelik (mattatore della serata con 24 punti complessivi) e all’instant replay, che ha ricacciato in gola l’urlo della Dolomiti: il tap-in di Forray sulla tripla di Flaccadori finita sul ferro è arrivato fuori tempo massimo.

Gode Venezia, quindi, ancora una volta, ma la truppa di Buscaglia ha dimostrato ancora una volta – semmai ce ne fosse ancora bisogno – che ha tutte le carte in regola per giocarsela fino alla fine.

Vittoria di misura anche per la superfavorita Olimpia Milano, che dopo il successo esterno sul parquet della Vanoli Cremona fa suo un altro derby, regolando Varese 74-73. Un successo che però non soddisfa l’esigente pubblico del Forum. Il team di Pianigiani ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere ragione degli avversari, e ha dovuto affidarsi al talento di Theodore e Goudelock (21 punti a testa) per tirarsi fuori dai pasticci. Per gli imminenti impegni europei servirà per forza un’altra Milano: CSKA, Fenerbahce, Real e Barcellona sono compagini di grandissimo livello, che vanno affrontate al massimo. Pianigiani conta di poter disporre ancora del Theodore visto ieri sera: “E’ il play che ho sempre voluto – ha detto il coach dell’EA7 – In Eurolega sarà dura, ma siamo pronti”.

Due vittorie su due partite per la Fiat Torino, che sconfigge la Dinamo Sassari 97-92 al PalaRuffini. Cantù vince l’altro derby contro Cremona (97-80), mentre Brescia si sbarazza agevolmente di Avellino (96-75). Colpaccio Pesaro, che espugna il parquet della Grissin Bon (95-102), mentre la Virtus Bologna festeggia il ritorno in Serie A davanti al suo pubblico con un bel successo a spese dell’Orlandina (88-52). Stasera ore 20:45 Pistoia-Brindisi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*