Serie A, la Juventus sbanca Marassi: vittoria in extremis per i viola, pari Lazio

Ecco i risultati dei match della 28.ma giornata di serie A, con il successo della Juventus a Genova che replica quello ottenuto dal Napoli ad Empoli.

L’attaccante colòmbiano Cuadrado

Basta una rete di Cuadrado alla Juventus per piegare le resistenze della Sampdoria e conquistare tre punti preziosissimi nella caccia al sesto titolo consecutivo. Pronti-via e l’esterno colombiano trova subito la rete del vantaggio con un colpo di testa mirato su cross di Asamoah.  La reazione della Sampdoria c’è ma si infrange costantemente sulla munita retroguardia degli ospiti.

Allegri trema al 26′ quando Dybala è costretto a dover uscire anzitempo a causa di un infortunio la cui entità è ancora da accertare. I campioni d’Italia mancano il bersaglio in diverse occasioni, ma anche i liguri recriminano per una conclusione a botta di sicura di Muriel nella ripresa che Asamoah respinge davanti alla porta.

Con questo successo i bianconeri volano a +10 dal Napoli, che è uscito vincitore dal confronto del Castellani contro l’Empoli, soffrendo nel finale. I partenopei si portano avanti di tre reti (Mertens e doppietta di Insigne) nella prima frazione, ma poi sono costretti a capitolare per due volte nella ripresa, grazie alle reti di El Kaddouri e Maccarrone. Lo stesso Big Mac avrebbe la clamorosa chance del pareggio in extremis ma spreca calciando a lato.

Pari deludente per la Lazio, la Fiorentina vince ancora in zona Cesarini

Pari grigio fra Cagliari e Lazio al Sant’Elia, con le due squadre che sonnecchiano per un tempo e poi provano a superarsi a vicenda nella ripresa. I rispettivi attacchi dalle polveri bagnate sprecano malamente alcune occasioni propizie e non evitano il risultato a reti bianche. Vince in extremis, ancora una volta, la Fiorentina di Sousa che agguanta il successo al 90′ a Crotone con Kalinic che supera Cordaz con un tocco delizioso da sotto. Per i viola tre punti che riaprono decisamente il discorso legato alla qualificazione in Europa League. Un successo che bissa quello ottenuto contro il Cagliari una settimana fa, anche quello a tempo scaduto, e che ridà linfa alle speranze europee di Sousa.

Poker del Bologna al Chievo, che si impone per 4-1 grazie agli acuti nella ripresa di Verdi, Dzemaili (doppietta) e Di Francesco a tempo scaduto. I clivensi erano passati in vantaggio nel primo tempo grazie ad una rete di Castro, ma nella ripresa sono stati letteralmente travolti dalla squadra di Donadoni.

Tutto secondo pronostico a Bergamo, dove l’Atalanta ha travolto il Pescara per 3-0 grazie alla doppietta del solito Papu Gomez e alla rete di Grassi. I bergamaschi salgono al quinto posto agganciando l’Inter a 55 punti.

Successi di Udinese e Roma nei posticipi serali

Nel posticipo delle 18, largo successo dell’Udinese per 4-1 sul derelitto Palermo. Tutto facile per la squadra friulana che va subito in svantaggio nel primo tempo grazie a Sallai che batte il non impeccabile Scuffet, allo scadere della prima frazione la squadra di Del Neri pareggia con Therau e nella ripresa travolge i siciliani con le reti di Zapata, De Paul e Jankto.

Successo interno della Roma nel posticipo serale. I giallorossi superano il Sassuolo per 3-1 e si riprendono il secondo posto in classifica. Sono i neroverdi a trovare per primi la rete grazie ad un acuto di Defrel la cui conclusione si insacca sotto la traversa. Immediata la replica dei giallorossi che prima pareggiano con una rasoiata di Paredes e poi si portano avanti in conclusione di primo tempo, con Salah che raccoglie una corta respinta di Consigli. A metà ripresa è Dzeko a fissare il risultato sul 3-1 mettendo il sigillo ai tre punti che lasciano ancora aperto qualche spiraglio nella lotta per lo scudetto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*