Serie A, Brescia aggancia Avellino. Crollo Venezia contro Varese, Brindisi passa a Torino

avellino brescia Prima giornata di ritorno e già cambia tutto in vetta alla classifica del campionato di Serie A di basket maschile. E’ durato poco il primato solitario della Sidigas Avellino: gli irpini sono usciti sconfitti dal PalaBigi per merito di un’ottima Grissin Bon Reggio Emilia, sospinta da Amedeo Della Valle.

La sconfitta di Reggio ha fatto sì che Avellino venisse nuovamente raggiunta in classifica dalla ex capolista, la Germani Brescia di coach Diana. La Leonessa ha svolto pienamente il suo compito, battendo nettamente la Vuelle Pesaro (88-70) al PalaGeorge. I marchigiani restano mestamente ultimi con soli 8 punti conquistati. Brescia torna al comando insieme alla Scandone, e Andrea Diana ha voluto fare i complimenti ai suoi ragazzi nel post-gara: “In questo momento nessuno ti regala niente e ogni squadra gioca alla morte per raggiungere i propri obiettivi -le parole del coach lombardo riportate da “Basketinside” – per questo dobbiamo sempre farci trovare pronti, cercando di migliorare ogni giorno”.

Il calendario mette ora di fronte proprio Brescia e Avellino, che si sfideranno al PalaDelMauro domenica 28 gennaio alle ore 17. Con tutta probabilità l’attesissimo match farà registrare il tutto esaurito.

Stasera l’Olimpia Milano potrebbe aggiungersi al duo di testa. I biancorossi di Pianigiani se la vedranno al Forum contro la Vanoli Cremona. Il derby lombardo vede l’EA7 chiaramente favorita, ma occhio al team di Sacchetti: l’entusiasmo per la qualificazione alle Final Eight potrebbe dare alla Vanoli la spinta per tentare l’impresa.

Si stacca la Reyer Venezia, che cade sorprendentemente in casa contro la Openjobmetis Varese (63-75). Stesso discorso per la Fiat Torino, che non riesce a rosicchiare nulla alla Scandone: al PalaRuffini passa l’Happy Casa Brindisi (68-82). Netta vittoria casalinga per la The Flexx Pistoia, che schianta Capo d’Orlando (91-69), mentre la Virtus Bologna supera l’Aquila Trento (82-75) in una gara caratterizzata dalla maxi rissa che ha visto protagonisti Alessandro Gentile da una parte e Gutierrez dall’altra.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*