Serie A: quale situazione per la volata salvezza?

Il campionato italiano di calcio di Serie A ha ormai segnato il proprio giro di boa, e, contrariamente a quelle che erano le aspettative di inizio stagione, la lotta per i vertici della classifica è incredibilmente ancora aperta. La capolista Juventus, infatti, mantiene un vantaggio piuttosto minimo rispetto alle inseguitrici Roma e Napoli, benché comunque i bianconeri debbano ancora recuperare una partita. Per quel che concerne la zona salvezza, tuttavia, paiono non esserci ormai molte speranze per le ultime tre della classe, quasi condannate ad una retrocessione quasi inevitabile.

Serie ASembra, infatti, che molto difficilmente il Pescara, il Crotone ed il Palermo riusciranno a rimanere in Serie A anche durante la prossima stagione, visto il brutto campionato cui stanno dando luogo quest’anno. Gli abruzzesi, in particolare, con appena 9 punti incassati in 20 partite fin qui disputate, sono il fanalino di coda del torneo, nonché forse i più deludenti fra i tre neopromossi.

Le cose non vanno certamente meglio, però, per l’altra neopromossa in Serie A, vale a dire il già citato Crotone. I pitagorici, che pure hanno una sfida da recuperare (benché contro la Juventus), hanno collezionato appena 10 punti, frutto di 2 vittorie e 4 pareggi: un bottino tutt’altro che invidiabile, oltre che assolutamente insufficiente a garantire la permanenza nel massimo torneo italiano.

Anche riguardo il Palermo ci sono ben poche sorprese: i siciliani, dopo il deludente calciomercato operato nel corso della sessione estiva, vantavano una fra le rose meno attrezzate per la Serie A, ed erano tra i “favoriti” per la retrocessione. La classifica, effettivamente, parla chiaro: solo 10 punti e penultimo posto ex aequo con il Crotone, che però deve recuperare ancora una partita. Oltre che la peggior difesa del torneo, con 41 gol incassati.

E la quart’ultima? È l’ Empoli, che però ha ben 21 punti e che, pertanto, ha largamente staccato le ultime tre, divenendo ormai quasi irraggiungibile. I toscani, pur avendo realizzato appena 12 gol in 21 partite (peggior attacco della Serie A), sono riusciti a portare a casa 5 vittorie e 6 pareggi, e a costruirsi una situazione di classifica tutto sommato tranquilla: perplime, in questa ottica, il fatto che i punti delle due penultime (Palermo e Crotone), messi insieme, non arrivino a quelli conquistati dalla quart’ultima.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Serie A: Juventus, ormai è fuga per la vittoria? - Tutto Sport
  2. Il ritorno di Zemanlandia: Zeman “nuovo” allenatore del Pescara - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*