Serie A, la Juventus è già in fuga dopo tre giornate?

La sosta delle nazionali, a cavallo tra la terza e la quarta giornata del campionato di Serie A, casca a fagiolo: in questo inizio di settembre, reduci da una delle campagne estive di calciomercato più incredibili che si ricordino in Italia, possiamo finalmente cominciare a fare un primo bilancio. Come stanno andando le cose? E quale inerzia potrebbe assumere il torneo, da qui ai prossimi mesi?

Serie ASe, come si suol dire, il buongiorno si vede dal mattino, allora è davvero difficile immaginare un campionato che non vedrà la Juventus come dominatrice assoluta, per l’ennesima volta. In verità, in queste prime giornate di Serie A, la Vecchia Signora non ha dato l’impressione di mettere sul campo tutta la potenza di fuoco di cui dispone: la crisi realizzativa di Cristiano Ronaldo, non ancora sbloccatosi, e le panchine dei vari Dybala e Douglas Costa, non hanno restituito una compagine bianconera davvero irresistibile, come ci si sarebbe aspettati.

Tuttavia, in questo frangente, ha colpito il grande cinismo che la Juventus è riuscita a sfoderare, anche in situazioni di difficoltà: contro il Chievo Verona, dopo essere stata in svantaggio, è riuscita a pervenire ad una sofferta vittoria agli ultimi istanti di gara. Anche contro il Parma neopromosso, gli uomini di Allegri hanno trionfato più con il carattere che con la tecnica. Più agevole, paradossalmente, il successo contro la Lazio fra le mura amiche dello Stadium.

Un discorso che, per queste prime tre giornate di Serie A, non si può certo applicare per altre big del calcio italiano, a loro modo tutte un po’ zoppicanti. L’ Inter, dai più indicata come la vera anti-Juve alla vigilia del campionato, ha raccolto appena quattro punti, e contro avversarie neanche irresistibili: una delusione, rispetto a quelle che erano le aspettative. Bottino magro anche per la Roma, che in fase di mercato ha cambiato tanto, e che al momento pare indebolita rispetto alla scorsa stagione, in attesa di trovare la giusta quadra.

E le altre? Il Napoli di Ancelotti aveva già dato dei preoccupanti segnali di allarme durante la preparazione estiva, ma nel brutto KO contro la Sampdoria sono emersi dei limiti davvero poco edificanti. Il tutto mentre Milan e Lazio arrancano, con i rossoneri parsi comunque in forma migliore rispetto ai biancocelesti. Insomma, si prospetta una Serie A di nuovo a senso unico?

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Champions League, le formazioni di Inter – Tottenham - Tutto Sport
  2. Champions League, le formazioni di Real Madrid – Roma - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*