Serie A, la formazione ideale

Il campionato italiano di Serie A, come abbiamo già avuto modo di ribadire nelle scorse giornate, si è da poco concluso. Abbiamo dunque avuto modo di assistere ai verdetti definitivi, che hanno visto il Napoli conquistare il secondo posto ai danni dell’Atalanta, mentre il Carpi si è accostato al Frosinone ed al Verona tra le squadre retrocesse.

Oggi, invece, vogliamo provare a stilare quella che, a nostro parere, sarebbe la formazione ideale di questa stagione di Serie A, con quelli che son stati in assoluto i giocatori migliori.

In porta non può che esserci l’eterno Gigi Buffon. Il capitano della Juventus e della Nazionale Italiana è uno dei pochi fuoriclasse rimasti in Serie A, oltre che, forse, il più forte estremo difensore che abbia mai calcato i campi di gioco. Il portiere bianconero è inoltre reduce da una stagione monstre, che l’ha reso il vero trascinatore dell’incredibile rimonta in classifica della Vecchia Signora. Senza scordare il record di imbattibilità strappato a Sebastiano Rossi, e che durava da oltre 20 anni.

Serie AIn difesa, per distacco spicca su tutti Andrea Barzagli, di gran lunga il miglior difensore del nostro campionato da diversi anni. Gli fanno compagnia il compagno di club e di Nazionale Leonardo Bonucci, ed il “napoletano” Kalidou Koulibaly, la cui crescita è stata esponenziale.

Il quartetto di centrocampo vede un altro giocatore bianconero, Paul Pogba, che nella seconda parte della stagione è stato determinante nei trionfi della Juventus. Insieme a lui c’è Marek Hamsik, grande capitano del Napoli e tra i protagonisti indiscussi della squadra campana, con 6 reti e soprattutto 11 assist in 38 presenze. Abbiamo poi il romanista Radja Nainggolan, il migliore dei suoi per distacco, per finire con il fiorentino Borja Valero, tornato allo smalto migliore dopo la deludente stagione scorsa.

In attacco, davvero pochissimi dubbi: brilla la stella di Gonzalo Higuain, nel miglior momento della sua carriera. Per il bomber azzurro sono 36 le reti in questo campionato di Serie A, che gli hanno permesso di superare il record di Nordhal che durava da quasi 70 anni. L’astro nascente Paulo Dybala, 19 marcature, gli fa buona compagnia, in un tridente tutto argentino che prevede anche l’interista Mauro Icardi, 16 gol per lui.

In panchina, il secondo portiere è Handanovic; le riserve difensive sono Acerbi e Manolas, mentre a centrocampo non mancano Pjanic e Marchisio, capaci di fare la differenza. Per l’attacco, ecco Bacca e Salah, accoppiata da 32 gol.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*