Scommesse online: tutte le info per essere in regola e non finire sulla black list

Gli italiani sono un popolo di scommettitori e questo non fa che attirare sempre più investitori. Tanti, però, cercano di aggirare la normativa per aprire prima il proprio centro scommesse o il proprio sito online oppure semplicemente per massimizzare i guadagni a discapito di ignari scommettitori.

Mentre in molti paesi dell’estero si tratta di business ancora piuttosto in voga, in Italia le leggi sono diventate severissime e i controlli sono capillari e costanti. Basta pensare che i nomi dei siti inibiti perché illegali e non certificati AAMS ha raggiunto e superato quota 6mila. Alcuni sono semplicemente spenti mentre tentano di mettersi in regola mentre altri per semplicità hanno preferito lasciare la piattaforma offline e ricominciare tutto daccapo.

scommesse online in regolaPer poter aprire un locale per scommesse aams (e per poter avere un sito dove gli utenti possano legalmente effettuare scommesse sportive online e non solo) è necessario avere l’autorizzazione e la licenza che viene rilasciata dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato.

Come abbiamo detto, questo non vale solo per i locali fisici ma anche per i siti, che oggi come oggi sono sempre più numerosi. Questo è un aspetto dal quale non si può prescindere: nessun sito senza licenza AAMS può legalmente far giocare e scommettere le persone e anche gli scommettitori, proprio per non cadere in eventuali raggiri, dovrebbero stare attenti a verificare la suddetta certificazione.

Come noto, la licenza viene concessa solamente se si rispettano una serie di caratteristiche come forma legale della società, fatturato, possesso di requisiti di onestà e di affidabilità, residenza delle strutture in uno Stato dell’UE, protezione massima della privacy e dei dati finanziari dei soggetti che operano e giocano sul sito.

Un sito che opera senza licenza rischia delle multe pesanti ed anche il carcere. Anche avere avuto un passato complicato da questo punto di vista può essere un valido motivo per il ministero per non concedere la licenza.

È per questo motivo che ormai da tempo chi è interessato a fare carriera nel settore, ad aprire più siti e a fare di questa attività un lavoro a tempo pieno ha smesso di cercare la strada più semplice, quella del raggiro.

Non è difficile scoprire quando un sito sia o meno certificato AAMS: online esistono vere e proprie liste che contengono solamente i siti ‘sicuri’, la cosa migliore per la sicurezza della privacy, del proprio denaro e delle carte di credito è quella di evitare al massimo i siti che non sono contenuti in queste liste, in quanto potrebbero non essere legali.

Se sei appassionato di scommesse sportive, su www.bonuscommesse.it puoi trovare, oltre a consigli legati a questo mondo anche i vari bonus offerti dai vari bookmakers, tutti rigorosamente affidabili e certificati AAMS.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*