Roma, continua il mercato in uscita: addio a Strootman

Benché alcune settimane fa, alla vigilia della nuova stagione del campionato di Serie A, il mercato in entrata in Italia si era ufficialmente chiuso, il discorso non valeva per le trattative in uscita. Con le sessioni ancora aperte in alcuni paesi, vedasi la Spagna e la Francia, i club nostrani hanno ancora infatti la possibilità di cedere i propri giocatori. E così, la Roma, proprio al fotofinish di questo mese di agosto, ha salutato un altro dei suoi pilastri, dopo aver già detto addio al portiere Alisson e al centrocampista Radja Nainggolan. Kevin Strootman, infatti, lascia la capitale dopo cinque stagioni vissute da protagonista, pur se tra alti e bassi.

Kevin StrootmanEffettivamente Kevin Strootman ha trascorso un’esperienza altalenante all’ombra del Colosseo, a causa dei suoi conclamati problemi fisici. Dopo un primo anno incoraggiante, il crack del ginocchio pareva addirittura averlo indirizzato verso le ultime fasi di una carriera promettente ma breve. Due anni bruciati a causa dell’infortunio, poi il recupero e l’improvvisa rinascita, a partire dalla stagione 2016-2017. Strootman era tornato Strootman, e si era ripreso la Roma da grande protagonista.

Il nuovo corso giallorosso, tuttavia, in queste ultime annate ha sacrificato molto per piazzarsi stabilmente tra le vette del calcio italiano, incluse le bandiere e gli elementi apparentemente considerati imprescindibili. Colpi duri per i tifosi della Roma, che nel giro di un biennio hanno dovuto dire addio a giocatori del calibro di Totti, Salah, Alisson, Nainggolan, Pjanic, Szczesny, Rudiger e adesso anche Strootman, direzione Marsiglia, uno fra i pochi beniamini rimasti nella capitale.

Una mossa che, tuttavia, pare anche compatibile con il mercato messo in atto da Monchi, che soprattutto in questa sessione estiva di mercato ha a dir poco rivoluzionato il centrocampo: Nzonzi, Pastore, Cristante, Coric, in una mediana che poteva già contare anche su Pellegrini e su capitan De Rossi. Senza scordare l’apporto economico dell’operazione: 25 milioni cash, più altri 3 milioni di bonus (che presumibilmente finiranno nelle casse del PSV Eindhoven, precedente club dell’olandese, che ha diritto al 15% della rivendita del giocatore).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*