Roberto Mancini, il nuovo CT che rilancerà Balotelli

Il campionato di Serie A si è oramai concluso pochi giorni fa, con la vittoria, per il settimo anno consecutivo, della Juventus. La Vecchia Signora ha fatto suo il tricolore, in un’annata durante la quale è riuscita, per la quarta volta di fila, a completare anche il Double con la Coppa Italia. Tuttavia, la stagione non è ancora finita: benché, infatti, l’ Italia non ci sarà, dopo aver clamorosamente mancato la qualificazione durante gli spareggi, tra poche settimane comincerà ufficialmente il campionato mondiale di Russia 2018. La Nazionale Azzurra, mai parsa così in difficoltà nella sua intera storia, cercherà di ripartire da due nomi in particolare. Quelli di Roberto Mancini e di Mario Balotelli.

Roberto ManciniRoberto Mancini è stato eletto come nuovo commissario tecnico dell’ Italia alcuni giorni fa, e, chiaramente, cercherà di riportare la compagine del Belpaese ai vertici del calcio internazionale. Il compito, però, come ribadito dallo stesso allenatore, sarà tutt’altro che semplice: ecco perché, fra tutte le frecce del quale Mancini desidererà munirsi, ci sarà anche Mario Balotelli.

Il nome di Mario Balotelli dalle parti di Coverciano è diventato a dir poco famigerato, tanto che la sua ultima presenza in maglia azzurra risale addirittura a quattro anni fa: il match tra Italia ed Uruguay, nella disastrosa partita che costò all’ Italia l’eliminazione prematura nella fase a gironi del mondiale di Brasile 2014.

Un Balotelli che si era smarrito, e che, nei due anni successivi, tra Milan e Liverpool, avrebbe persino rischiato di porre fine anzitempo alla propria carriera. Fino alla duplice stagione a Nizza, in Francia, club presso il quale l’ex attaccante dell’ Inter si sarebbe ritrovato al punto da recuperare anche la propria vena realizzativa, con 43 marcature messe a segno in 63 presenze.

Numeri che, inevitabilmente, fanno salire le quotazioni di Balotelli, che peraltro vanta anche un legame piuttosto forte con Roberto Mancini, già suo allenatore ai tempi del Manchester City. La strana coppia, insomma, è in procinto di riformarsi. Ma stavolta riuscirà anche a durare?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*