Riparte domani il campionato italiano di Serie A

La pausa invernale del campionato italiano di calcio di Serie A è finalmente trascorsa. Nello scorso appuntamento, come sicuramente ricorderete, vi avevamo parlato di quella che era la situazione ai piani alti della classifica. Adesso, vediamo cosa ci attende nel corso della 19° giornata della massima divisione nostrana, che, di fatto, segnerà anche il giro di boa di questo torneo.

Serie ASi parte con due anticipi del sabato. Il 7 gennaio alle ore 18:00, infatti, l’Empoli ed il Palermo si affronteranno in quella che potrebbe essere una appassionante sfida salvezza. I toscani non sono messi così male, al contrario dei siciliani, che con appena 9 punti rischiano seriamente di retrocedere in Serie B. Alle ore 20:45, invece, il Napoli tenterà di rilanciare le proprie ambizioni in Serie A, contro una Sampdoria piuttosto tranquilla della propria situazione di classifica.

Domenica 8 gennaio, alle ore 12:30, sarà invece la volta dell’ Inter, ospitata dall’Udinese. Alle ore 15:00, poi, diversi appuntamenti piuttosto importanti. L’ Atalanta, reduce fin qui da una Serie A a dir poco sorprendente, cercherà di fare ulteriori punti sul campo del Chievo Verona. La Roma si recherà in Liguria, sponda Genoa, nella speranza di accorciare il distacco che la separa dalla Juventus. La Lazio tenterà di tornare alla vittoria contro l’inguaiato Crotone, mentre il Pescara, fanalino di coda, affronterà una gara molto difficile contro la Fiorentina. Il Sassuolo, infine, crollato sotto i colpi di una stagione molto problematica, dovrà vedersela contro il Torino.

Saranno due i posticipi della domenica. Alle ore 18:00 sarà la volta del Milan, che ospiterà il Cagliari. I rossoneri, che nelle ultime uscite hanno parzialmente compromesso quanto di buono fatto finora, tenteranno di ritornare sulla scia delle prime della classe. Alle ore 20:45, infine, sarà la volta della prima della classe: la Juventus, infatti, ospiterà nel proprio stadio il Bologna, a caccia di punti utili per allungare ulteriormente il proprio vantaggio in Serie A sulle rivali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*