Il rifiuto di Verdi, niente Napoli per l’attaccante

La sessione invernale di calciomercato sta entrando nelle sue fasi più calde, e, comprensibilmente, molti club si stanno muovendo per cercare di inserire degli innesti importanti nelle loro rose. A cominciare dal Napoli, che, sfumata la Coppa Italia, e retrocesso in Europa League dopo la cocente eliminazione dai gironi di Champions, mantiene ancora vive le speranze per il titolo italiano. In Serie A, infatti, i partenopei sono ancora primi in classifica, tallonati però da una Juventus che, da par suo, pare meglio attrezzata per affrontare una competizione lunga e faticosa come il campionato. Ecco perché De Laurentiis sperava di poter inserire il profilo di Simone Verdi, nel parco attaccanti della squadra azzurra.

Simone VerdiTuttavia, poche ore fa, dopo un lungo corteggiamento, Verdi ha deciso di rifiutare le avances del Napoli, e di restare, invece, nella sua Bologna. Una decisione maturata, pare, nella notte, e per un motivo principale: l’attaccante, infatti, non avrebbe avuto garantito un impiego continuativo con la nuova casacca, dal momento che, di fatto, sarebbe stato relegato allo scomodo ruolo di prima riserva del tridente leggero, e quindi dei vari Insigne, Mertens e Callejon.

Una parte che Verdi non avrebbe avuto intenzione di recitare, preferendo dunque fare l’attore protagonista in una realtà, quella del Bologna, che in questa stagione sta consacrandone il talento al calcio italiano: gol e assist pregevoli, ottime prestazioni, e perle indimenticabili come la doppietta rifilata al Crotone nello scorso novembre, con due punizioni tirate una con il piede destro, l’altra con il sinistro.

Uno smacco per il Napoli, che credeva oramai di essersi assicurato le prestazioni di Verdi, e di aver così coperto i buchi nel reparto avanzato. Adesso, invece, la dirigenza campana dovrà rituffarsi nel mercato, a caccia di valide alternative: come Gerard Deulofeu ad esempio, al Barcellona chiuso dall’arrivo di Coutinho. Anche lo spagnolo però prende tempo, e allora ecco che all’orizzonte si profila il nome di Lucas Moura, anch’egli chiuso al Paris Saint Germain.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*