Ricciardo vince nel caos di Baku, quarto Vettel su Hamilton

Le prime qualifiche dell’ottavo gran premio del campionato mondiale di Formula 1, disputato sul circuito di Baku, in Azerbaijan, avevano lasciato presagire ad un dominio delle Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Nessuno, tuttavia, si sarebbe aspettato un simile epilogo, al termine di una gara a dir poco pirotecnica e caratterizzata da continui colpi di scena e capovolgimenti di fronte. Alla fine, clamorosamente, è stato Daniel Ricciardo a trionfare, davanti a Bottas, al giovanissimo Stroll, a Vettel e ad Hamilton.

Vettel Hamilton Ferrari Mercedes Formula 1Si tratta del primo successo personale di Ricciardo in questa stagione, oltre che della prima affermazione di una vettura non facente parte delle scuderie della Ferrari e della Mercedes. Ma il gran premio di Baku è stato davvero più simile ad una corrida che ad una corsa vera e propria: Bottas e Raikkonen si scontrano già al primo giro, col pilota delle frecce d’argento ad avere la peggio tanto da essere costretto a ricorrere già al pit stop.

Al nono giro Palmer è costretto al ritiro, mentre pochi giri più tardi anche Kvyatt e Verstappen alzano bandiera bianca. La safety car entra ed esce dal rettilineo, incidendo sulla gara di testa tra Vettel ed Hamilton. Ventiduesimo giro: le vetture di Perez e Raikkonen fanno crack, bandiera rossa (per la prima volta in stagione) e gara sospesa. Al rientro si fermano anche Hulkenberg e Massa, Hamilton è costretto allo stop per un incredibile problema dell’abitacolo, mentre Vettel viene penalizzato con uno stop and go di dieci secondi per irregolarità in regime di safety car.

Ne approfitta Ricciardo, che nel caos generale si prende la guida della corsa e riporta una clamorosa vittoria. Bottas, autore di una grande rimonta, strappa il secondo posto al fotofinish ad un comunque straordinario Stroll, che a soli 18 anni si prende il primo podio mondiale. Vettel chiude in quarta posizione, dinanzi ad Hamilton, ma tra i due infuria la polemica anche al termine del gran premio.

Classifica generale: il tedesco della Ferrari ancora al comando con 153 punti, tallonato dal britannico delle frecce d’argento, secondo a 139 punti. Grande strappo di Bottas, che sale a 111 punti e, clamorosamente, si avvicina al duo di testa. Ricciardo soffia la quarta piazza a Raikkonen, con 92 punti, mentre il finlandese della Ferrari rimane fermo a 73 punti. Nella classifica costruttori Mercedes allunga su Ferrari, 250 punti a 226. Terza, con 137 lunghezze, Red Bull.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*