Raiola su Donnarumma: ‘Lui è come Maradona e se avessi portato Conte al Milan….’

Mino Raiola preferisce tergiversare alle domande dei cronisti in merito al rinnovo contrattuale di Donnarumma con il Milan. Il manager italo-olandese ha chiesto che venga esercitata meno pressione mediatica su un ragazzo appena 18enne: ‘Lui, per me, è il Maradona dei portieri. Può solo crescere e bisogna lasciarlo crescere in pace. Non è uno schiavo e nemmeno un robot. Ci sono undici top club che si interessano a lui. Può rinnovare con il Milan come può cambiare squadra. Non ho mai dato un ultimatum a Fassone e Mirabelli’.

Il contratto del giovane portiere rossonero scadrà nel 2018 e ovviamente i tempi per la trattativa sono davvero strettissimi, tenuto conto anche delle offerte mirabolanti che l’estremo difensore ha già ricevuto da alcuni top club europei: ‘Se fossimo voluto andare altrove, l’avremmo già fatto – ha riconosciuto Raiola – Fassone e Mirabelli si sono insediati poco più di un mese fa. Lasciamoli lavorare in pace. Io mi assumo tutte le responsabilità sulla scelta definitiva che faremo’.

Il procuratore italo-olandese ha anche parlato di Antonio Conte che sarebbe stato vicino al Milan alcuni anni fa: ‘Tre anni fa volevo portarlo al Milan: se ce l’avessi fatta, oggi i rossoneri sarebbero campioni d’Italia. Ammiro l’estremismo professionale di Antonio. Ha in corpo una voglia smisurata di vincere. Non mi stupisce ciò che ha fatto al Chelsea’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*