Quali cessioni in casa Inter per il futuro?

Un calciomercato sontuoso e molto dispendioso non sempre comporta a dei risultati nel breve termine. È il caso dell’ Inter, che pur avendo speso moltissimo in estate si è ritrovata, a inizio novembre, in una situazione a dir poco disastrata: lontanissima dai primissimi posti in Serie A, e quasi eliminata dal girone (pur semplice, perlomeno sulla carta) di Europa League.

InterAdesso l’ Inter sta cercando di riassestare tutto ciò che, malgrado tutto, ha mostrato un equilibro fin qui fragilissimo, e in questo senso la prima mossa è stata l’esonero dell’allenatore Frank De Boer. Il tecnico olandese ha fondamentalmente fallito nel suo progetto neroazzurro, ed al suo posto è stato incaricato Stefano Pioli, che quanto meno conosce già il calcio italiano di questi anni.

Ma i problemi dell’ Inter di certo non si limitano al solo avvicendamento sulla panchina, e la rosa neroazzurra, in effetti, pare tanto lunga quanto difficile da gestire. Considerando anche che in fase di mercato non è stato ceduto praticamente nessun giocatore, e che con una stagione così fallimentare è difficile credere che nelle casse dell’ Inter possano giungere proventi molto ampi, adesso è tempo di vendere, e di togliere il soverchio dalla squadra.

Effettivamente il club neroazzurro è attualmente composto da quasi 30 giocatori, un’enormità. Molti sono sul piede di partenza e dovranno trovare una sistemazione nel più breve tempo possibile, preferibilmente a gennaio. Il reparto più affollato è l’attacco: e, fra tutti i giocatori offensivi presenti in rosa, Jovetic è quello di cui Pioli pare intenzionato a fare a meno. Anche Palacio è con le valigie in mano: l’argentino, pur essendo un veterano, a febbraio compirà 35 anni, una risorsa che praticamente non ha più futuro in squadra.

Anche a centrocampo ci sono diversi ingaggi pesanti di cui doversi liberare. Felipe Melo è ormai fuori dal progetto dell’ Inter, e con lui, probabilmente, anche Kondogbia: il francese, grandissima delusione del mercato neroazzurro, deve essere ceduto il più presto possibile, prima che il suo cartellino si svaluti eccessivamente.

Anche Biabiany presumibilmente andrà via, mentre la dirigenza interista si sta guardando intorno per trovare dei terzini all’altezza: in questo senso, potrebbero essere tagliati fuori anche Nagatomo e D’Ambrosio, fin qui tra i meno brillanti.

1 Trackback / Pingback

  1. Juventus, Roma, Inter, il bilancio delle italiane in Europa - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*