Quale Juventus per il futuro?

La Juventus, nel panorama calcistico italiano, non ha alcun rivale. Da quando, nel lontano 2012, la Vecchia Signora fu capace di rilanciare le proprie ambizioni grazie ad un progetto curato nei minimi dettagli, nessuno è più riuscito ad arrestare la sua incredibile corsa. In un solo quinquennio, infatti, sono arrivati ben cinque Scudetti, due Coppe Italia, tre Supercoppe Italiane (e Madama deve giocarne ancora un’altra contro il Milan), ed una incredibile finale di Champions League, persa solamente contro i marziani del Barcellona.

Marotta e soci, in questi ultimi anni, hanno messo in mostra una incredibile lungimiranza, che ha permesso alla Juventus di rinforzarsi sempre di più ad ogni sessione di calciomercato, grazie ad alcune mosse oculate inframezzate da spese gravose ma che, molto spesso, hanno ben ripagato, su tutte quella di Dybala.

Juventus calciomercatoTuttavia, se i tifosi della Juventus hanno preso, in queste ultime stagioni, a sognare sempre più concretamente quella Coppa dei Campioni che da ormai troppi anni manca nella prestigiosa bacheca del club piemontese, i loro sonni potrebbero non essere così tranquilli visti i tanti movimenti che si accingono a cambiare il volto stesso della squadra che ha saputo dominare in lungo e in largo il calcio italiano.

Molti, infatti, sono i giocatori in partenza, che difficilmente la Juventus riuscirà a trattenere: Morata è a un passo dall’essere riacquistato dal Real Madrid, grazie alla famosa clausola della recompra presente nel contratto dello spagnolo. Anche l’esterno colombiano Juan Cuadrado, terminato il prestito, presumibilmente tornerà al Chelsea, dove il neo tecnico Antonio Conte, vecchio estimatore del giocatore, potrà valorizzarne al massimo le qualità tecniche e tattiche.

Anche Lichtsteiner, con l’imminente approdo di Dani Alves in bianconero, potrebbe andar via (su di lui il già citato Chelsea, oltre al Paris Saint Germain), mentre un altro partente che appare certo è il secondo portiere Neto, stanco di fare da riserva all’eterno Buffon. Resta, inoltre, da considerare la posizione di alcuni giocatori che durante la stagione appena trascorsa hanno fortemente deluso: Hernanes e Pereyra su tutti, ma anche Asamoah, tormentato da numerosi infortuni, è in cerca di un riscatto.

Di contro, però, la Vecchia Signora, come detto, ha ormai in pugno il forte terzino destro Dani Alves, mentre Mirante è pronto a tornare in qualità di vice-Buffon. Anche il giovane Berardi pare vicino al rientro in casa base, mentre sul fronte centrocampo appaiono sempre vive le piste che portano a Mascherano e Pjanic, che aumenterebbero esponenzialmente il tasso tecnico e tattico della squadra.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*