Il punto sull’ Italia di Giampiero Ventura

L’ Italia di Giampiero Ventura, fin qui, si è comportata piuttosto bene, quantomeno in termini di punteggio. Benché gli Azzurri, sotto la guida dell’ex tecnico del Torino, abbiano palesato un gioco non sempre efficace ed organizzato, sono comunque riusciti a prendere la testa del girone per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018 ex aequo con la Spagna. Proviamo dunque a tirare un po’ le somme di questi primi mesi.

Giampiero Ventura ItaliaProprio Ventura, intervistato di recente, ha ammesso che all’ Italia serva un ricambio generazionale. Gli Azzurri, pur ben figurando agli ultimi Campionati Europei, sono comunque da svecchiare, e l’ex allenatore granata in questo sta decisamente accelerando ogni processo.

“Abbiamo alcuni grandi giocatori come Buffon, Barzagli, Chiellini, Bonucci, De Rossi”, ha ammesso Ventura. Che, poi, prosegue: “E l’ Europeo ci ha lasciato in eredità un grande entusiasmo, ma siamo comunque anagraficamente in avanti con gli anni.”

Una squadra da svecchiare insomma, e in effetti sono stati in molti, anche fra i più giovanissimi, a esordire nell’ Italia. Si pensi ad esempio che Belotti pare ormai essere divenuto l’attaccante titolare della Nazionale Azzurra, o anche alle belle prestazioni offerte dai vari Zappacosta, Romagnoli e Rugani.

Proprio per questo, sembra non esserci più spazio per Totti, neppure per una eventuale passerella finale. “La sua carriera va oltre una semplice passerella, sarebbe come dare qualcosa a qualcuno che non ne ha bisogno. Totti è Totti…”

E Balotelli, che sembra essere rinato al Nizza? Ventura ne ha anche per lui. “Deve stupire. Nessuno ha mai messo in dubbio le sue incredibili qualità tecniche, è tutto il resto a essere in discussione. Sta a lui iniziare il percorso per prendersi l’onore e la gloria che le sue capacità potrebbero permettergli. Deve mettere a frutto le sue potenzialità.”

Infine, Ventura allontana lo spettro di Antonio Conte, nei confronti del quale non ammette alcun paragone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*