Le probabili formazioni di Olympiakos – Juventus

È oramai quasi tutto pronto in vista della sfida di Champions League tra Olympiakos e Juventus, a dir poco fondamentale per quel che concerne l’inerzia della stagione dei bianconeri. La Vecchia Signora, infatti, è assolutamente padrona del proprio destino, ma per staccare il pass per gli ottavi di finale della competizione senza incappare in rischi di sorta, la banda di Allegri farà meglio pervenire ad una vittoria convincente. D’altro canto, la Juventus, che in questo primo scorcio stagionale è andata incontro a diverse difficoltà, nelle ultimissime settimane pare aver finalmente trovato la quadra del cerchio, con un modulo più funzionale ed equilibrato, ed un amalgama tra nuovi innesti e vecchia guardia che sta via via consolidandosi.

Allegri JuventusFacile immaginare, allora, che per l’occasione Massimiliano Allegri schiererà la miglior Juventus possibile, affrontando un match senza fare chissà quali grossi calcoli. Ma chi saranno gli undici che verranno schierati come titolari? E, soprattutto, con quale modulo scenderanno in campo?

Come preannunciato, al momento è il 4-3-2-1 ad incontrare ogni preferenza: il cosiddetto albero di Natale, un modulo peraltro particolarmente azzeccato rispetto al periodo cui stiamo andando incontro. Grazie ad esso, infatti, nelle ultime uscite la Juventus ha riacquisito equilibrio e solidità, tanto da uscire indenne persino dal big match di campionato contro il Napoli.

In porta, allora, inevitabilmente ci sarà il capitano di mille battaglie, Gianluigi Buffon, che a quasi 40 anni va a caccia della sua prima Champions League per l’ultima volta. In difesa, scelta quasi obbligata sulla destra: Lichtsteiner è fuori dalla lista europea, Howedes è infortunato per l’ennesima volta. Dunque sarà De Sciglio ad occupare la corsia, mentre al centro largo ai probabili Barzagli e Benatia: Chiellini, vittima di un attacco di gastroenterite, non è stato convocato, e l’unica alternativa rimane Rugani. Sulla sinistra riecco Alex Sandro, che contro il Napoli è stato tenuto a riposo.

A centrocampo, insieme a Pjanic dovrebbe essere confermato Matuidi, il vero equilibratore della mediana a tre. L’ultimo posto sarà riservato ad uno tra Khedira e Marchisio, a seconda di chi sarà in condizioni migliori. In avanti, con Mandzukic non al meglio, Higuain sarà chiamato agli straordinari, mentre in suo supporto dovrebbero agire nuovamente Dybala e Douglas Costa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*