Le probabili formazioni di Atalanta – Olympique Lione

E dopo il doppio turno di Champions League, ove sono state impegnate le varie Juventus, Roma e Napoli, è il turno anche delle compagini che giocheranno in Europa League. E finora, va detto che le cose, a Lazio, Milan e Atalanta, sono andate particolarmente bene: biancocelesti e rossoneri hanno vinto i rispettivi gironi con un turno di anticipo, staccando dunque da tempo il pass per i sedicesimi di finale della competizione. Ma meglio ancora è riuscita a fare la Dea, fra le maggiori rivelazioni di quest’anno: inserita nel più classico dei gironi di ferro, e data già per spacciata all’indomani dei sorteggi, l’ Atalanta è riuscita a compiere una vera e propria impresa, disintegrando le velleità dell’Everton e mettendo in riga persino l’Olympique Lione, fermato sul pareggio nella sfida di andata in Francia.

Atalanta GomezPertanto, anche l’ Atalanta è riuscita ad ottenere una insperata qualificazione ai sedicesimi di Europa League, peraltro con un turno di anticipo. Rimane, tuttavia, da capire se ci arriverà da prima o da seconda classificata del proprio gruppo: una decisione che si concretizzerà con il risultato di questa ultima gara, allorché, fra le mura amiche dello Stadio Atleti Azzurri d’Italia, i nerazzurri affronteranno l’Olympique Lione nella sfida di ritorno. Le due compagini si ritrovano a pari punti, ma l’ Atalanta, che dal canto suo vanta un migliore attacco ed una migliore differenza reti rispetto ai francesi, conquisterebbe il primo posto anche con un pareggio.

Per l’occasione, ad ogni modo, il tecnico Gasperini potrebbe far ricorso ad un parziale turnover, dal momento che anche la stella, il Papu Gomez, non è al meglio. In porta dunque ecco Berisha, mentre una eventuale difesa a tre potrebbe essere composta da Toloi, Caldara e Palomino. Centrocampo a quattro, con Castagne e Spinazzola probabili sugli esterni, mentre Freuler e l’ormai inamovibile Cristante formerebbero la mediana. Infine, Ilicic e Kurtic potrebbero giocare a supporto di Cornelius.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*