Playoff, le semifinali sono Milano-Trento e Venezia-Avellino

Quando il gioco si fa duro, vengono fuori i valori. E la storia. Basta guardare le semifinali dei playoff del campionato di Serie A di basket maschile. Ci sono le prime quattro classificate della regular season: Olimpia Milano, Reyer Venezia, Sidigas Avellino e Dolomiti Trento.

Nessuna sorpresa, quindi, nelle gare dei quarti di finale, che pure hanno visto sfide ricche di emozioni e senza esclusioni di colpi. La gara che si preannunciava più equilibrata, quella tra i trentini di coach Buscaglia e la Dinamo Sassari di Pasquini, ha invece visto la netta affermazione dell’Aquila, che si è imposta per 3-0 nella serie vincendo anche gara 3 in Sardegna (69-75). Grande festa a Trento, delusione invece per la Dinamo, che sperava in una post season più soddisfacente.

Pur dando alla Sidigas i gradi di favorita, in pochi immaginavano che la truppa di Sacripanti sarebbe stata capace di sbarazzarsi della Grissin Bon Reggio Emilia in sole tre gare. I reggiani avevano chiuso piuttosto bene la regular season e si accingevano a dare del filo da torcere agli irpini. Niente di tutto questo: la finalista delle ultime due edizioni non è stata mai all’altezza dell’avversario, che ha dapprima fatto bottino pieno nelle prime due sfide al PalaDelMauro ed è successivamente andata a vincere anche al PalaBigi, chiudendo la serie sul 3-0.

Meno agevole il passaggio del turno della Reyer Venezia, che ha faticato non poco per avere ragione di una coriacea Pistoia. La The Flexx è riuscita anche a strappare una vittoria alla vicecapolista, che ha poi messo il sigillo definitivo in gara 4. Ma al team allenato da coach Esposito vanno tanti doverosi applausi per la bellissima stagione disputata. Venezia se la vedrà in semifinale con Avellino.

L’Olimpia ha fatto il suo dovere contro Capo d’Orlando: dopo aver incredibilmente perso gara 1 al Forum di Assago, i campioni in carica hanno messo il turbo e hanno ottenuto le tre vittorie necessarie per passare il turno e approdare in semifinale. Repesa tira un sospiro di sollievo: ora c’è Trento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*