La più forte Juventus degli ultimi sette anni

Come abbiamo avuto modo di constatare alcuni giorni fa, la Juventus ha conquistato a Roma il suo settimo titolo consecutivo. Un’impresa davvero senza precedenti nella storia del calcio italiano, in quanto nessuno era mai riuscito, prima d’ora, a inanellare così tanti titoli di fila. Un dominio, quello bianconero, iniziato nel 2012, con la vittoria del primo tricolore dell’era Conte, e proseguito fino ad alcuni giorni fa, con la gestione di Massimiliano Allegri.

Juventus BBC Buffon Barzagli Bonucci ChielliniIn questi sette anni la Juventus è cambiata tantissimo, e sono stati diversi i grandi giocatori susseguitisi all’ombra della Mole. Ma, ragionando per assurdo, quale potrebbe essere l’undici più forte di questo arco temporale? Che tipo di formazione verrebbe fuori? Proviamo a fare le nostre valutazioni, con tanto di panchina lunga.

In porta, naturalmente, ci sarebbe l’eterno capitano Gigi Buffon. Per le nostre scelte, dinanzi al leggendario estremo difensore azzurro, schieriamo la famosa BBC al completo: Barzagli, Bonucci e Chiellini. Alex Sandro completa il reparto arretrato, in qualità di terzino mancini.

Centrocampo a due. Si parte dal vertice più basso, con Andrea Pirlo: il centrocampista bianconero, ritiratosi ufficialmente pochi mesi fa, è stato la colonna sulla quale si è poggiato l’intero progetto di ripartenza della Juventus. Il regista italiano è in ottima compagnia, affiancato dal francese Paul Pogba, fra i giocatori più pagati di sempre.

Andiamo poi sulla trequarti. Impossibile dimenticarsi di Carlitos Tevez, un vero e proprio trascinatore a forza di gol e prestazioni da urlo. Gli fanno compagnia due giocatori attualmente in forza alla compagine bianconera: Douglas Costa e Paulo Dybala. In avanti, non possiamo che preferire il pipita, Gonzalo Higuain, che in due anni alla Juventus ha realizzato caterve di gol.

Per la panchina, scegliamo Szczesny e Storari in qualità di riserve di Buffon. Poi i terzini Dani Alves, Lichtsteiner e Asamoah, e i centrali Benatia, Rugani e Ogbonna. Per il centrocampo c’è l’imbarazzo della scelta: Vidal, Marchisio, Pjanic e Khedira. Infine, gli attaccanti: ecco Cuadrado, Morata, Mandzukic e, naturalmente, Alessandro Del Piero.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*