Pipita d’oro, la Juventus stende il Napoli

Ha avuto termine pochi minuti fa il big match della quindicesima giornata del campionato di Serie A: quello che, allo Stadio San Paolo, ha visto opporsi i padroni di casa del Napoli, squadra capolista e ancora imbattuta, contro una Juventus apparentemente in crisi. E alla fine, invece, quasi a sorpresa, sono stati proprio i bianconeri a portare a casa il bottino più grosso grazie al graffio dell’uomo più atteso: il Pipita, Gonzalo Higuain, grande ex della gara, alla sua quinta marcatura con la casacca piemontese contro i suoi vecchi compagni.

Gigi Buffon JuventusUna partita che, per la Juventus, non iniziava certamente sotto i migliori auspici: la banda di Allegri fino a questo momento si era attirata diverse critiche, con un gioco ritenuto qualitativamente insufficiente, una difesa molto più fragile rispetto alle passate stagioni, ed alcuni blackout di troppo. Nondimeno, la Juventus si è presenta alla gara con diverse defezioni di lusso, ma con la conferma più importante: quella di Gonzalo Higuain, che al 12° minuto, al termine di un devastante contropiede messo in atto da Dybala, ha trafitto la rete partenopea con un destro imparabile.

E l’esultanza del Pipita, polemica nei confronti del suo ex pubblico (che non ha mancato di riprenderlo, prima e durante la gara), certamente farà discutere. Ma la Juventus può vantare un altro grande protagonista, con una voglia di vincere ancora indiscutibile: quella del suo immenso capitano, Gianluigi Buffon, autore di alcuni interventi a dir poco determinanti per il mantenimento della porta inviolata.

Di contro, va detto che il Napoli avrebbe forse meritato il pareggio per la mole di possesso palla e per le occasioni costruite, ma mai come stasera, in campionato, aveva avuto così tante difficoltà nell’esprimere il proprio gioco vivace e spumeggiante. La prima sconfitta, inoltre, non pregiudica di certo il cammino della banda di Sarri, che fino alla gara dell’Inter mantiene ancora il primato in classifica. Ma da un potenziale +7 nei confronti della Juventus, è passata ad un meno rassicurante +1: un aspetto che il Napoli non potrà assolutamente sottovalutare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*