Percassi vola in Cina ed incontra Suning: nasce un alleanza di mercato tra Inter e Atalanta

Ecco come potrebbe svilupparsi la partnership tra Inter e Atalanta dopo l’incontro a Pechino tra Zhang e Percassi.

Una nuova alleanza di mercato tra Inter e Atalanta pare ormai profilarsi all’orizzonte dopo l’incontro tra il numero uno della società orobica, Antonio Percassi e Jindong Zhang in rappresentanza di Suning. Una partnership strategica davvero interessante per l’Inter tenuto conto che il club bergamasco è una fucina di giovani talenti come nessun’altra squadra in Italia. Percassi è volato in Cina per incontrare il leader di Suning e parlare di strategie non solo legate al mondo del calcio ma alla sfera imprenditoriale in genere.

Il numero uno bergamasco ha avuto modo di visitare la sede di Suning a Nanchino dove si è discusso di future collaborazioni nel settore calcistico, della cosmetica, della moda e del food&beverage. Dopo il vertice, Percassi ha espresso parole di elogio per l’accoglienza ricevuta e per la grande organizzazione di Suning, un colosso che sta espandendo ogni giorno di più, il proprio business in tutto il mondo.
‘In principio – ha ricordato Percassi – quando Suning ha preso l’Inter, in Italia c’erano molti dubbi perché non conoscevano i cinesi. Suning ha la forza delle imprese, è una buona possibilità. Le imprese cinesi hanno la forza di entrare nel calcio italiano, che dà loro un grande impatto. Alla squadra Suning ha dedicato tanta fatica e un forte sostegno finanziario, che si traduce in uno sviluppo futuro senza limiti, in futuro avrà un impatto molto grande nel mondo dello sport italiano. Nella consapevolezza del marchio italiano, l’Inter di Suning è un partner ideale, a loro piace poter entrare nei dettagli del mercato, è una cosa positiva’.

Dopo l’affare legato al centrocampista Gagliardini, altri gioielli nati nel vivaio della Dea potrebbero approdare a Milano, sponda Inter.
Giovani di sicuro avvenire come Petagna e Conti, e altri campioni in erba come Bastoni e Melegoni potrebbero presto approdare alla Beneamata che in cambio potrebbe dare in prestito alcuni fiori all’occhiello della Primavera come Dimarco, Miangue, Caprari e Pinamonti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*