Pazza Inter, pazzo Icardi: il Milan affonda nel derby

Si è concluso pochi minuti fa uno dei derby più scoppiettanti che il calcio italiano abbia vissuto in questi ultimi anni, in un vero e proprio vortice di emozioni che ha avuto culmine, manco a dirlo, con un calcio di rigore fischiato al 90° minuto. Con una clamorosa tripletta del suo capitano e giocatore simbolo, Mauro Icardi, l’ Inter è riuscita a ricacciare indietro i cugini del Milan, spedendoli in un vero e proprio inferno calcistico: Bonucci e compagni, alla terza sconfitta consecutiva, pur offrendo una buona prestazione tornano a casa ancora con zero punti in tasca, e soprattutto con il morale sotto i tacchi. A farne le spese, così, potrebbe essere Vincenzo Montella, allenatore che in questi mesi non è riuscito a trovare un amalgama, e che è oramai finito sulla graticola pubblica.

Spalletti InterDall’altro lato di Milano, invece, c’è la formidabile Inter di Luciano Spalletti, seconda in solitaria dietro il Napoli e maggiore antagonista, almeno per il momento, proprio di quest’ultimo per la vittoria della Serie A. Effettivamente i 22 punti sui 24 disponibili incassati finora proiettano i neroazzurri sulla vetta del calcio italiano, mentre Icardi, se riuscisse a trovare una certa continuità, diverrebbe uno dei maggiori interpreti del ruolo a livello mondiale.

Un vero e proprio schiacciasassi Icardi, una forza della natura cui la difesa del Milan non è riuscita in alcun modo ad opporsi. E così, con un po’ di buona volontà ed un pizzico di buona fortuna, dote, quest’ultima, che ha permesso ai rossoneri di raddrizzare la gara per ben due volte (dapprima un gol di Suso, poi uno jellatissimo autogol di Handanovic), il crocevia della gara è avvenuto proprio al 90° minuto: allorché, uno scellerato fallo di Rodriguez ai danni di D’Ambrosio, in area di rigore, ha condotto Tagliavento a fischiare il penalty.

Spiazzato Donnarumma, Icardi e l’ Inter hanno potuto festeggiare la settima vittoria in campionato. Di contro, il borsino del Milan è estremamente allarmante: appena 12 punti in 8 partite, ben 4 sconfitte (3 consecutive) e 13 reti subite in questo parziale, nonostante gli oltre 200 milioni spesi in estate sul mercato.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Benevento, una crisi senza fine: col Verona altra sconfitta - Tutto Sport
  2. Europa League, ok Lazio e Atalanta, male il Milan - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*