Paulo Dybala emozionato dopo il rinnovo: ‘Il momento più bello è stato quello della prima firma…’

Ecco le prime parole commosse di Paulo Dybala dopo l’apposizione della firma sul contratto che lo legherà ancora alla Juventus.

E’ raggiante Paulo Dybala dopo aver firmato il rinnovo fino al 2022 del contratto che lo lega alla Juventus, con un adeguamento dell’ingaggio a 7 milioni di euro. Una notizia straordinaria, non solo per lui ma anche per tutto il popolo bianconero. La Joya ha manifestato tutta la propria euforia in una intervista rilasciata al sito ufficiale della Juventus: ‘Quella di oggi è una bellissima notizia. C’è stata la firma del nuovo contratto con la Juventus, altri cinque anni da trascorrere insieme e sono molto contento e fiero di essere in questa squadra’.

Una settimana da incorniciare per il bomber argentino, il giocatore da copertina di questi quarti di Champions League, insieme a Cristiano Ronaldo autore della doppietta all’Allianz Arena: ‘E’ difficile da immaginare, ci sono state tante cose positive, tante gioie insieme e non si vedono sempre. In questa settimana sto vivendo delle emozioni molto importanti, molto particolari e sono strafelicissimo per quello che sono riuscito a fare, per quello che sto facendo per la società e anche per i tifosi’.

Proprio la Juventus ha regalato al bomber argentino i momenti più belli della sua ancora breve carriera, dopo che gli venne comunicato l’acquisto dal Palermo: ‘Penso che sia stato proprio quello il momento più bello che ho vissuto con la Juventus. La prima firma sul contratto quando sapevo che sarei diventato parte di questa società, perché arrivare in una squadra come la Juventus per quello che rappresenta nel mondo sono emozioni che non dimenticherò mai più. Tutto il resto arriva di conseguenza’.

Difficile capire cosa ne sarà del futuro di Dybala dopo i 5 anni di contratto. Troppo forti le pressioni dei grandi club che vorrebbero mettere le mani sul suo ricco contratto: ‘Il mio futuro? Difficile da dire. Io sempre ringrazio quando parlano di me ma secondo me devo lavorare ancora tanto, dovrò dare il meglio di me per permettere a questa squadra di alzare trofei’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*