Un ninja a Milano: Radja Nainggolan è dell’ Inter

Nel corso di queste ultime stagioni, il campionato italiano ci ha indubbiamente abituati ad una serie di trattative a dir poco clamorose, se non addirittura impensabili fino a poco tempo prima. Il passaggio del Pipita, Gonzalo Higuain, alla Juventus, concretizzatosi nell’estate del 2016, è un argomento considerato ancora tabù in quel di Napoli, con i tifosi partenopei che non sono mai riusciti a perdonare il loro ex beniamino. Ancor più incredibile è stato forse, appena dodici mesi più tardi, l’arrivo di Leonardo Bonucci al Milan, per lo scotto, stavolta, dei sostenitori bianconeri. L’ultimo tradimento è roba recentissima, una ferita fresca e profonda: Radja Nainggolan si è accasato all’ Inter, dopo alcune stagioni da assoluto protagonista alla Roma.

Nainggolan RomaNainggolan, classe ’88, era stato acquistato dal Cagliari nel gennaio del 2014, e da subito si era instaurato nella compagine giallorossa come uno dei giocatori simbolo. Una vera e propria colonna portante per i tecnici susseguitisi in questi anni dalle parti dal Colosseo: da Garcia a Di Francesco, ma soprattutto durante la parentesi Spalletti. Proprio l’attuale allenatore dell’Inter, nella stagione 2016-2017, era riuscito a tirar fuori dal centrocampista belga il meglio: 14 reti su 53 presenze complessive, prestazioni impressionanti, tanta personalità.

Da tempo, però, qualcosa si era rotto tra il giocatore e la dirigenza, anche a causa di certi comportamenti che evidentemente a Trigoria hanno fatto sempre più fatica a tollerare. Spalletti, invece, non vedeva l’ora di poter riabbracciare uno dei suoi pupilli, e al termine di una trattativa lampo, l’affare si è poi concretizzato davvero. Radja Nainggolan, così, passa all’ Inter per circa 24 milioni di euro, più i cartellini di Davide Santon e del giovanissimo Nicolò Zaniolo, considerato uno dei più talentuosi centrocampisti italiani attualmente in circolazione. Ma la delusione, per i tifosi della Roma, stando a giudicare dai tanti commenti piovuti sui social, rimane palpabile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*