Nicky Hayden non ce l’ha fatta: è spirato nel pomeriggio a Cesena

L’ex pilota di MotoGP, Nicky Hayden non ce l’ha fatta. E’ spirato all’ospedale Bufalini di Cesena alle ore 17,40 dopo aver lottato tra la vita e la morta dopo l’incidente dello scorso mercoledi pomeriggio. Troppo gravi le lesioni riportate in testa dopo l’incidente a Riccione. Hayden è stato travolto da una automobile mentre si stava allenando con la sua bici attorno alle ore 14 del 17 maggio. Per la violenza dell’impatto, il pilota ha sbattuto la testa contro il parabrezza della vettura, stramazzando al suolo esanime.

“Il Collegio medico – si legge nel comunicato della struttura ospedaliera – ha accertato il decesso del paziente Nicholas Patrick Hayden, ricoverato da mercoledì scorso 17 maggio nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Bufalini di Cesena a seguito del gravissimo politrauma occorso in quella stessa data”.

Una carriera da primo della classe

Hayden si laureò campione del mondo in MotoGp nella stagione 2005/06 dopo un entusiasmante testa a testa con Valentino Rossi. Ha partecipato a 218 gare del motomondiale ottenendo 3 successi e 28 piazzamenti. Nel 2016 è passato alla Superbike, a bordo della sua Honda, concludendo la stagione al sesto posto.

Prima dell’incidente che gli è stato fatale, aveva corso gara 2 del Gp di Italia il 14 maggio, piazzandosi al 12° posto, tagliando l’ultimo traguardo della sua breve vita. Ai familiari, agli amici e a tutti gli appassionati di Motociclismo che gli hanno voluto bene va la solidarietà e la vicinanza della redazione di Tutto-Sport.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*