NBA grandi emozioni nel primo turno dei playoff. Attesa per Sixers-Boston

playoff nbaIl primo turno di playoff NBA è stato caratterizzato da tantissime emozioni. Le serie sono state quasi tutte “battagliere”, eccezion fatta per i New Orleans Pelicans, che hanno surclassato i Portland Trail Blazers con un netto 4-0. Un risultato a sorpresa, quello di NOLA, trascinata dagli incontenibili Anthony Davis e Jrue Holiday. Tuttavia, già in gara 1 della semifinale di Conference i Pelicans hanno trovato pane per i loro denti: la prima sfida, infatti, è andata ai Golden State Warriors, che in precedenza avevano eliminato i San Antonio Spurs (4-1). Troppo forti i gialloblu di Oakland per gli “Speroni”, che hanno dovuto assorbire anche la bruttissima notizia della morte della moglie di coach Popovich.

L’altra semifinale a Ovest è quella tra gli Houston Rockets e gli Utah Jazz. I texani hanno fatto fuori Minnesota nel primo turno, mentre i Jazz si sono imposti sulla più grande incompiuta delle ultime stagioni, ovvero Oklahoma: Russell Westbrook continua a predicare nel deserto. La prima sfida della serie tra gli uomini di Mike D’Antoni e la franchigia di Salt Lake City è andata ai biancorossi, che conducono quindi per 1-0: man of the match il solito James Harden.

Passiamo a Est, dove c’è voluta gara 7 per far sì che Cleveland riuscisse ad avere ragione degli Indiana Pacers. A dirla tutta, i Cavs non avrebbero meritato il passaggio del turno: coach Lue deve ringraziare LeBron James, che si è letteralmente caricato sulle spalle un team che non sembra in grado di ripetere i risultati degli ultimi anni. Ma mai dire gatto…

Cleveland affronterà Toronto, che ha eliminato i coriacei Wizards al primo turno. L’altra semifinale di Conference preannuncia scintille: gli ottimi Sixers, che si sono sbarazzati di Miami (4-1), se la vedranno con i Boston Celtics di coach Stevens. I verdi del Massachusetts hanno molti infortuni, ma senz’altro daranno battaglia fino all’ultimo. Philadelphia, spinta dai giovani terribili (Embiid e Simmons su tutti) e da un eccellente Belinelli, vuole stupire ancora.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*