NBA, a grandi passi verso i playoff. Nella Western domina Houston, a Est c’è Toronto

nba playoff houston torontoMancano ormai poche partite al termine della regular season in NBA, e alcuni verdetti sono stati praticamente già emessi. Le dominatrici delle ultime tre stagioni non concluderanno la prima fase in testa alle rispettive Conference. Se da un lato (a Ovest) Golden State non è riuscita a tenere il passo dei lanciatissimi Houston Rockets di Mike D’Antoni, dall’altro (a Est) i Cleveland Cavaliers devono addirittura difendere con le unghie e con i denti il fattore campo nel primo turno dall’assalto dei Philadelphia 76ers e degli Indiana Pacers, che tallonano a pochissima distanza LeBron e soci.

Houston attualmente è la migliore squadra della Lega. Anche ieri sera i texani hanno dato dimostrazione del loro carattere e della voglia di non perdere mai, anche quando tutto sembra andare per il verso storto. Ad un minuto dalla sirena i Suns erano avanti di 4 punti, e il pubblico del Toyota Center si era già rassegnato al primo ko dopo una serie lunghissima di vittorie. Ma James Harden e compagni non erano affatto d’accordo. E’ stato proprio il “Barba” ad avviare la rimonta, che si è conclusa con la bomba da fuori di Green che ha regalato un altro successo, l’ennesimo di questa regular season pazzesca dei Rockets.

Nella Eastern, la battaglia è tra Toronto e Boston, ma ormai i Raptors possono sentirsi sicuri del primato. Tuttavia, i Celtics hanno ottenuto delle vittorie molto pesanti nelle ultime uscite, nonostante le assenze di Hayward, Irving e Smart. Una dimostrazione ulteriore del fatto che i verdi del Massachusetts saranno senz’altro una delle candidate alle Finals.

Tra le sorprese di stagione non possiamo non menzionare i Sixers di coach Brown, anche se i pronostici vedevano Philadelphia come possibile outsider dopo i tanti anni di buio. Al momento Embiid e compagni sono quarti, già sicuri dei playoff e con il “sogno” di beffare i Cavs in volata. Tutta un’altra storia rispetto al recente passato…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*