Nations League: Portogallo – Italia, le pagelle degli Azzurri

Ancora una delusione per l’ Italia nel secondo impegno in Nations League, contro un Portogallo decisamente più tonico, oltre che superiore dal punto di vista tecnico-tattico. I lusitani hanno trionfato per 1 – 0, a corollario di una prestazione soverchiante, diversamente da quella asfittica degli Azzurri. Proviamo dunque a dare le pagelle agli uomini di Mancini.

Roberto Mancini ItaliaDonnarumma: 6,5 – L’unica nota lieta di una serata veramente infausta. Un paio di errori nel primo tempo per il portiere che ha rilevato la pesantissima eredità di Buffon, poi ripagati con gli interessi nella seconda frazione di gioco con almeno tre interventi decisivi. Incolpevole sul gol, peraltro una beffa, visto che l’ha incassato dall’ex compagno di squadra André Silva.

Lazzari: 4,5 – Ok la personalità, ma manca tutto il resto. Inutile in fase offensiva, sofferente in quella difensiva. Ad inizio del secondo tempo perde il pallone sanguinoso che spalanca al Portogallo le porte della vittoria, e costa all’ Italia la sconfitta.

Caldara: 5,5 – Mancini lo getta nella mischia un po’ a sorpresa, ma la condizione è ancora lontana, e inevitabilmente ciò si traduce sul campo. Timido e insicuro, a differenza del collega di reparto.

Romagnoli: 6 – Il migliore della linea difensiva, ed uno dei pochi giocatori dell’ Italia a spiccare in una serata disastrosa. Il salvataggio sulla linea al 27° minuto è da applausi. Per il resto soffre la superiorità portoghese, ma diversamente dai compagni non sfigura.

Criscito: 5 – Veramente male. La sua fase offensiva è praticamente inesistente, non riesce mai a fornire supporto adeguato ai compagni. In difesa barcolla e viene scherzato a più riprese da clienti scomodi del calibro di Cancelo e Bernardo Silva. Non era al meglio, e si vede. (Dal 74° Emerson: 5,5 – Non che cambi molto.)

Cristante: 4,5 – Imbarazzante. Innestato in un ruolo praticamente non suo, viene annichilito dall’atletismo e dalla qualità portoghese. Le incursioni, specialità di casa, sono un lontano ricordo, e come filtro semplicemente non funziona. (Dal 79° Belotti: s.v.)

Jorginho: 5 – Mancini gli affida le chiavi del centrocampo, considerandolo insostituibile nel suo ruolo di regista dell’ Italia. Aspettative, semplicemente, non ripagate: fuori dal contesto cucitogli da Sarri, l’ex metronomo del Napoli non riesce ad imbastire il gioco, e alla lunga finisce persino per eclissarsi.

Bonaventura: 5,5 – Mezzo voto in più rispetto agli altri, perché perlomeno, finché ha benzina, prova a metterci la corsa. Anche in questo caso ogni sforzo risulta però essere futile: fatica a farsi vedere dalle parti di Rui Patricio, ed anche in fase di interdizione non riesce a contenere gli avversari.

Chiesa: 5 – Due passi indietro rispetto all’ottima prova offerta nell’ultimo quarto d’ora contro la Polonia: fagocitato dalla pressione, finisce per sbagliare tutto quel che può sbagliare, risultando particolarmente fumoso.

Immobile: 5 – L’inizio sembra promettente, ma dopo mezz’ora già non corre più, e i difensori portoghesi lo addomesticano facilmente. Non a caso, è il primo ad essere sostituito. (Dal 59° Berardi: 5,5 – Prova a dare una scossa, ma predica nel deserto e alla fine si smarrisce anche lui.)

Zaza: 5,5 – Uno dei pochi giocatori vivaci dell’ Italia. Prova un pressing forsennato pur se impreciso, e cerca sempre di farsi vedere, nonostante un supporto quasi del tutto assente. Si ritrova tuttavia ad affrontare un avversario come Pepe, che fisicamente lo sovrasta.

Mancini: 5 – Il materiale su cui lavorare è quello, c’è poco da fare. Tuttavia, stupisce che anche questa versione dell’ Italia non abbia una benché minima idea di gioco, totalmente incapace a rendersi pericolosa in fase offensiva, e sempre preda dei propri errori. Il suo score sulla panchina azzurra è fin qui impietoso: una sofferta vittoria nell’amichevole contro Arabia Saudita, poi due pareggi e due sconfitte. Se il buongiorno si vede dal mattino…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*