Nations League, le formazioni di Italia – Portogallo

Il campionato di Serie A va dunque in pausa per la metà di questo mese di novembre, per far spazio ai nuovi impegni della Nations League. Per l’occasione, chiaramente, tornerà in campo anche l’ Italia, che, pur a fronte di una situazione particolarmente ardua, cova ancora delle speranze circa la conquista del primo posto del mini girone. Certo, l’impresa pare proibitiva: gli Azzurri, che hanno già disputato 3 gare (contro le 2 del Portogallo), vantano 4 punti contro i 6 dei lusitani. Questo significa che gli uomini di Mancini dovrebbero anzitutto battere i campioni d’Europa in carica, sperando poi che, alcuni giorni dopo, gli stessi vengano sconfitti anche dalla Polonia, già aritmeticamente ultima.

Roberto Mancini ItaliaSia come sia, per il commissario tecnico dell’ Italia sarà l’occasione ideale per testare ulteriormente gli automatismi fin qui raggiunti, e per aggiungere un’ulteriore dose di autostima in una squadra reduce da una delle crisi più disastrose della sua storia. Da questo punto di vista, Mancini potrebbe dunque decidere di ripartire da dove tutto è rimasto: ossia dall’ottima prestazione mostrata contro la Polonia, e con la vittoria pervenuta soltanto al fotofinish grazie ad una zampata del difensore Biraghi.

In attacco, dunque, le preferenze ricadrebbero ancora una volta su quello che la stampa ha definito come il tridente leggero, quello composto da Bernardeschi, Insigne e Chiesa. Lo juventino, tuttavia, è stato costretto ad abbandonare il ritiro per il riacutizzarsi di un infortunio: non è da escludere, dunque, la presenza di Immobile dal primo minuto. Le incoraggianti prestazioni di Pellegrini, inoltre, dovrebbero garantire al romanista un posto a centrocampo, insieme a Jorginho e Verratti.

Nel Portogallo ancora assente Cristiano Ronaldo, ma ci saranno comunque diversi volti noti della Serie A: da Cancelo a Mario Rui, terzini rispettivamente in forza a Juventus e Napoli, passando poi per l’ex attaccante del Milan, André Silva.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Biraghi; Pellegrini, Jorginho, Verratti; Insigne, Immobile, Chiesa. Allenatore: Mancini.

PORTOGALLO (4-3-2-1): Rui Patricio; Cancelo, Ruben Dias, Pepe, Mario Rui; Ruben Neves, Renato Sanches, William Carvalho; Pizzi, Bernardo Silva; André Silva. Allenatore: Santos.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*