Napoli, quanta fatica contro il Bologna: la Juve resta a +9

Si è conclusa da pochi minuti anche la diciannovesima giornata del campionato di Serie A, che ha segnato la fine del girone di andata del torneo. Senza grosse sorprese, la Juventus ha conquistato anzitempo il titolo di campione d’inverno, conservando anche un vantaggio piuttosto importante sulle varie inseguitrici. La Vecchia Signora fin qui ha viaggiato a ritmi praticamente insostenibili per chiunque: un bottino di 53 punti, frutto di 17 vittorie e 2 pareggi sulle 19 gare disputate finora. Un cammino quasi perfetto, cui il Napoli ha cercato di opporsi stoicamente: l’ultima vittoria conquistata, con enorme fatica, ai danni di un Bologna mai domo, descrive appunto l’incredibile resistenza di questa squadra, che in qualche modo sta tenendo in vita le sorti di un campionato praticamente già indirizzato.

Milik NapoliPartita estremamente difficile per il Napoli, quella disputata fra le mura amiche dello stadio San Paolo contro il Bologna. Carlo Ancelotti, per l’occasione, è costretto a rinunciare a tre dei suoi giocatori di maggior risalto: il capitano Marek Hamsik, infortunato, poi Kalidou Koulibaly e Lorenzo Insigne, squalificati dopo le espulsioni rimediate contro l’ Inter nel big match della precedente giornata.

A guidare l’avanguardia ci pensano dunque Arkadiusz Milik e Dries Mertens, che risulteranno poi decisivi nel confezionare il 3 – 2 finale: la doppietta del polacco, raggiunta per ben due volte da un Bologna più vivo che mai, fa da preludio alla segnatura del belga, che all’88° minuto decide di portare a casa l’intera posta in palio. Tre punti che diventano importantissimi per il Napoli, nell’economia di un torneo che in questi ultimi frangenti stava diventando abbastanza complesso: l’ Inter, terza in classifica, rimane così indietro di 5 lunghezze. La Juventus, invece, pur se ancora molto distante, è avanti con un vantaggio 9 punti: una cifra molto importante, ma che al momento non appare ancora del tutto irrecuperabile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*