Napoli, con lo Shakhtar è vietato sbagliare

Anche per il Napoli, finalmente, arriva il tanto atteso esordio in Champions League. I partenopei, dopo Juventus e Roma, segnano il debutto di un’altra squadra italiana nella massima competizione continentale, ma diversamente da bianconeri e giallorossi hanno dalla loro un match, perlomeno sulla carta, molto meno complicato. Gli uomini di Sarri, infatti, se la vedranno contro lo Shakhtar Donetsk: una squadra comunque da non sottovalutare, quella ucraina, che soltanto nel 2009 riuscì a conquistare una storica Coppa UEFA. Erano altri tempi e altri giocatori, certo, ma si tratta comunque di un club che da ormai diversi anni a questa parte può vantare una grande esperienza europea, e che è comunque campione in carica del proprio campionato.

Napoli ReinaEcco perché il Napoli, pur essendo più quotato oltre che favorito dai pronostici, non dovrà assolutamente prendere sottomano questo impegno: la posta in palio in fin dei conti è altissima, e consiste in 3 preziosi punti per il prosieguo della competizione europea. Va anche detto che Maurizio Sarri arriva piuttosto bene alla sfida, potendo vantare praticamente tutti gli effettivi, oltre già ad una buona forma.

In questo senso, difficilmente il Napoli snaturerà la propria filosofia dinanzi agli ucraini. Allo stadio Metalist, pertanto, verrà schierato l’ormai consueto 4-3-3, con ben pochissimi dubbi di formazione. In avanti, infatti, salvo imprevisti, verrà preferito il cosiddetto tridente leggero, con Callejon, Mertens e Insigne, mentre più indietro nelle gerarchie ci sarà Milik. A centrocampo, insieme a capitan Hamsik, dovrebbero esserci Allan e Jorginho, a garantire tecnica e forza fisica. Soliti noti anche in difesa: da destra a sinistra, Hysaj, Albiol, Koulibaly e Ghoulam, mentre tra i pali ci sarà ovviamente Reina.

1 Trackback / Pingback

  1. Manchester amara, il City affonda il Napoli - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*