Il Napoli di Carlo Ancelotti, fra mercato e conferme

Pochi giorni fa, al termine di una trattativa lampo e dai contorni clamorosi, Carlo Ancelotti è diventato il nuovo allenatore del Napoli. Il tecnico di Reggiolo, 59 anni il prossimo 10 giugno, era in trattativa per la panchina azzurra già da qualche tempo, a maggior ragione a seguito delle incrinature tra Maurizio Sarri e Aurelio De Laurentiis. In pochi, tuttavia, avrebbero forse scommesso in un esito simile, e in maniera così tempestiva.

NapoliAncelotti torna dunque ad allenare in Serie A a ben nove anni di distanza dall’ultima volta: all’estate del 2009, infatti, risale l’addio alla panchina del Milan, guidata per sette stagioni e mezza con la gioia di alcuni fra i più prestigiosi allori internazionali: dalla Champions League alla Supercoppa UEFA, passando anche per il Mondiale per Club.

Uno score che però si abbassa notevolmente se si prendono in considerazione i titoli nazionali, anche fuori dai confini del Belpaese: in effetti, pur avendo allenato alcuni fra i più grandi club del Vecchio Continente, dal già citato Milan al Real Madrid, senza poi scordare Bayern Monaco, Juventus, Chelsea e Paris Saint Germain, Carlo Ancelotti in oltre vent’anni di carriera ha vinto appena quattro campionati.

Ecco perché, all’approdo al Napoli, e proprio al termine della stagione con il record di punti (sono stati 91 quelli conquistati da Sarri, e tuttavia non sufficienti per riportare in Campania lo Scudetto), viene adesso chiesto ad Ancelotti di compiere una vera e propria impresa: fare ancora meglio rispetto al predecessore, magari aiutato da una massiccia e necessaria campagna di mercato.

Ecco dunque aprirsi uno scenario forse inedito in casa Napoli: al netto degli addii di alcuni punti fermi, come Reina e forse Hamsik, il club azzurro cercherà soprattutto di confermare i big con maggior mercato, Koulibaly, Jorginho e Insigne su tutti. Ma non solo: De Laurentiis cercherà anche di aprire il portafoglio, sperando di portare in Sud Italia alcuni fra i nomi più prestigiosi del panorama calcistico europeo. I rumors sono già altisonanti: David Luiz, Vidal, Benzema, peraltro in rotta con i rispettivi club e desiderosi di un rilancio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*