Troppo Napoli per il Cagliari, partenopei in fuga

Il posticipo della ventiseiesima giornata del campionato di Serie A non ha riservato grosse sorprese, e così, il Napoli, reduce da un filotto assolutamente vincente, ha rispettato quelli che erano i favori del pronostico contro un Cagliari pur volenteroso, andando persino oltre la semplice vittoria: i partenopei, padroni del campo e del gioco, hanno palesato una media realizzativa incredibilmente elevata, sgretolando i sardi con un 5 – 0 che non ammette repliche.

Napoli ReinaUn risultato che mette in scena i limiti del Cagliari, e che, viceversa, evidenzia lo strapotere di un Napoli parso mai così vicino alla conquista dello Scudetto. Gli Azzurri, in effetti, hanno vinto tutte le ultime dieci partite di campionato, e la loro corsa verso la vittoria del titolo sembra praticamente inarrestabile: il roboante successo costruito ai danni del Cagliari, come detto, pare essere solo la ciliegina di una torta dolcissima, che i tifosi partenopei sperano di poter assaporare il prossimo maggio.

Un Napoli a dir poco maestoso quello visto in Sardegna, con tutte le varie stelle a segno: da Callejon a Mertens, passando poi per Insigne, su calcio di rigore, fino al capitano, Marek Hamsik. Andando a concludere poi in bellezza, con il gol che proprio non ti aspetti: quello di Mario Rui, protagonista di una splendida punizione realizzata allo scadere. Proprio Mario Rui, visto di mal occhio quando, all’indomani dell’infortunio dell’imprescindibile Ghoulam, venne gettato nella mischia da Maurizio Sarri, considerato dai più inadeguato per interpretare il gioco vibrante del Napoli. E che, adesso, è divenuto insostituibile a sua volta.

A questo punto il Napoli vola a +4 sulla Juventus, un vantaggio che inizia a farsi interessante, benché, va ricordato, la Vecchia Signora deve ancora recuperare il match contro l’Atalanta, rinviato a causa delle avverse condizioni climatiche. Il prossimo turno di campionato, invece, potrebbe essere un crocevia: Napoli contro Roma, Juventus contro Lazio: la sensazione è che lo Scudetto si deciderà lì.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*