MotoGP, trionfo Marquez a Phillip Island: Dovizioso solo 13esimo

dovizioso marquezSi spengono probabilmente sul circuito di Phillip Island i sogni iridati di Andrea Dovizioso. Il pilota della Ducati conclude la gara addirittura in tredicesima posizione, distantissimo dal trionfatore Marc Marquez. Lo spagnolo conquista così la sua sesta vittoria stagionale che gli permette di volare sul +33 nei confronti del forlivese. Se non è finita per il Mondiale, poco ci manca. Già domenica prossima in Malesia, Marquez potrebbe laurearsi campione del Mondo: sarà sufficiente non perdere più di 7 punti nei confronti di Dovizioso.

Anche oggi, quindi, grande dimostrazione di tenacia, forza e qualità da parte dello spagnolo della Honda, che è arrivato sul traguardo davanti ad un ottimo Valentino Rossi (che peccato quell’infortunio…) e un ritrovato Maverick Vinales. Marquez, oltre alle doti, mostra anche una certa lucidità mentale: sa benissimo quando colpire, e riesce a farlo perfettamente.

Valentino Rossi ha lottato con tutte le sue forze contro uno dei suoi più grandi rivali. La gara del “Dottore” è un concentrato di carattere e determinazione, marchi di fabbrica del fenomeno di Tavullia: il secondo posto è ampiamente meritato. Ancora positivo anche Andrea Iannone, giunto sul traguardo al sesto posto.

La gara per Dovizioso è stata totalmente da dimenticare. Scivolato al ventesimo posto già nei primi giri, il forlivese prova una lenta risalita, ma non riesce ad andare oltre la tredicesima posizione.

Fin dai primi giri lottano Marquez, Zarco, Vinales e Rossi, con Iannone e Crutchlow a disturbo. Lo spagnolo attende, lascia duellare gli altri, va in testa e a quattro giri dalla fine compie l’allungo decisivo per vincere la gara. E forse anche qualcos’altro…

In Moto2 (vittoria di Oliveira) ottimo terzo posto di Morbidelli, che ha ora 29 punti di vantaggio su Luthi. A Sepang l’italiano avrà a disposizione il primo “match ball” per chiudere il discorso. In Moto3 trionfo di Mir: lo spagnolo vince la nona gara della stagione e conquista il titolo mondiale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*