MotoGP, trionfa Marquez: +16 su Dovizioso. Rossi eroico: è 5°

La festa è tutta per Marc Marquez. Lo spagnolo fa suo il GP di Aragon, davanti al suo pubblico, e stacca in classifica il nostro Dovizioso, che chiude soltanto settimo. Ora il ritardo di Dovi dal pilota iberico sale a 16 punti: nulla di insormontabile, ma servirà un’immediata reazione nelle prossime gare.

Ma il vero eroe di questo weekend è senza dubbio Valentino Rossi. A poco più di 20 giorni dall’infortunio a tibia e perone, il “Dottore” torna in sella con la classica ferocia nonostante il dolore alla gamba e i suoi 38 anni. E dopo il terzo posto in qualifica, riesce a concludere la gara al quinto posto, dopo essere stato per un pò anche secondo: un autentico capolavoro, l’ennesimo di una carriera straordinaria. Rossi cede solo nella parte finale del GP, provato da una fatica indicibile dovuta anche all’aver spinto come un forsennato nei primi giri.

Cede nel finale, come detto, anche Dovizioso, che scende dal terzo al settimo posto. A lottare per il successo sono Marquez e Lorenzo, che non si risparmiano: Jorge lotta come un leone, ma alla fine a spuntarla è l’attuale leader del Mondiale. La terza piazza è di Pedrosa, che a otto giri dal termine passa Dovizioso e si stabilisce al posto d’onore.

Giornata storta per il pilota forlivese, ma mancano ancora 4 gare: la rimonta su Marquez è ancora possibile.

Se in MotoGP non è andata benissimo, l’Italia può gioire per quanto accaduto in Moto2, dove Morbidelli batte in volata il connazionale Pasini e allunga sul rivale Luthi, che chiude il GP al quarto posto. Ora il pilota romano ha 21 punti di vantaggio in classifica generale sullo svizzero. Terzo posto per Miguel Oliveira, partito dalla pole, mentre Simone Corsi termina settimo.

In Moto3 solito acuto di Mir (+80 su Fenati, ndr), che brucia Di Giannantonio sul rettilineo finale. Sul podio anche Enea Bastianini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*