Motogp, l’ingegnere della Ducati su Jorge Lorenzo: ‘Potrà essere competitivo anche con noi’

Ecco le parole di Gabarrini sull’adattamento di Jorge Lorenzo alla sua nuova moto in vista dell’inizio della stagione.

In una intervista apparsa sulla Gazzetta dello Sport, l’ingegnere della Ducati, Cristian Gabarrini ha incensato Jorge Lorenzo, il primo pilota della moto italiana che quest’anno punterà dritto a tornare sul posto più alto del podio nella MotoGp. Descrive come ‘maniacale’ e ‘perfezionista’ il campione spagnolo, mentre si è dimostrato fiducioso sull’adattamento alla nuova moto.
‘Sento che possiamo essere competitivi per conquistare il titolo – ha dichiarato Gabarrini – se valutiamo quelle che possono essere le potenzialità di Lorenzo e della Ducati, siamo tra il 75 e l’85%: diciamo che il processo di adattamento di Jorge alla Desmosedici e della moto al pilota sta procedendo bene’.

L’aspettativa dei suoi fan è che Lorenzo vinca la prima gara, anche se le difficoltà sono davvero tante: ‘Non vedo il motivo di questa aspettativa – ha proseguito l’ingegnere della Ducati – anche perché significherebbe avere poco rispetto per un pilota forte come Dovizioso. Sicuramente ci sono le possibilità per fare bene, che significa salire sul podio, ma per vincere devono accadere tante di quelle cose…’.

Ma quali sono le reali possibilità di Jorge Lorenzo di poter conquistare il titolo in MotoGp: ‘La discriminante sarà la costanza nei diversi circuiti: in generale, il processo di adattamento tra moto e pilota è in crescita, ma non è ancora completato e, soprattutto, soltanto in gara si possono percepire certi aspetti. E’ troppo presto per dirlo, ma possiamo essere competitivi per tutta la stagione’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*