MotoGP, Dovizioso super! Vince anche a Montmelò e vola a -7 da Vinales

Ora Dovizioso ci crede davvero. Lo splendido successo di ieri al Gran Premio di Montmelò nella MotoGP consente all’italiano di portarsi a soli 7 punti dal leader del Mondiale, Maverick Vinales.

dovizioso motogp vinalesLe ambizioni, di Dovizioso e della Ducati, possono legittimamente aumentare, e di molto: il secondo trionfo consecutivo dopo la ‘graffiata’ del Mugello dimostra che moto e pilota sono ampiamente competitivi. La vittoria di ieri è un messaggio a tutti i contendenti: il “Dovi” c’è, eccome!

Il leader della classifica generale annaspa, concludendo la sua gara con un insufficiente decimo posto. La Ducati può dirsi ampiamente soddisfatta anche in virtù del buon quarto posto di Jorge Lorenzo. A completare il podio, insieme a Dovizioso, ci sono le due Honda di Marquez e Pedrosa.

All’inizio della gara l’italiano si mette alle calcagna di Pedrosa, con grande intelligenza e senso ‘tattico’, senza tentare inutili forzature. Il sorpasso decisivo Dovizioso lo mette a segno a nove giri dalla fine: l’italiano diventa leader della gara e compie l’allungo decisivo, diventando imprendibile. Male le Yamaha: Valentino Rossi era risalito dal decimo al quinto posto, ma alla fine ha dovuto accontentarsi dell’ottava piazza, dietro anche alla Ducati di Bautista. Il migliore, per la casa di Iwata, è Zarco, che ottiene un discreto quinto posto.

In Moto2 la gara viene dominata in lungo e in largo da Marquez. Il pilota spagnolo ha fatto praticamente il vuoto, consolidando un dominio apparso piuttosto evidente già in prova. Ottimo momento di forma per Marquez, che dopo aver trionfato a Jerez finisce davanti a tutti anche in Catalunya. In campionato è ora terzo, a 13 punti dal secondo posto di Luthi e a 20 dal primo di Morbidelli (che ha chiuso sesto, ndr). Ottimo secondo posto di Mattia Pasini, mentre Thomas Luthi è giunto terzo al traguardo.

Infine, in Moto3, trionfo di Mir, che vince il GP davanti ad un bravissimo Fenati. Lo spagnolo ha ora 45 punti di vantaggio in classifica proprio sull’italiano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*