Montella esonerato dal Milan, l’aeroplanino non vola più

Alla fine è arrivata, come un fulmine a ciel sereno, la clamorosa notizia dell’esonero di Vincenzo Montella. L’ormai ex tecnico rossonero, la cui panchina poggiava su un equilibrio sempre più precario, è stato infine sollevato dal proprio incarico, a seguito dell’ennesimo risultato deludente in campionato.

MontellaIl fatal Torino, verrebbe da pensare con il senno di poi. Ma il calvario del Milan è iniziato molto tempo prima, più o meno dalla disastrosa sconfitta patita per mano della Lazio. Da lì in poi, l’aeroplanino ha intrapreso una discesa costante, con tante prestazioni sottotono, risultati scialbi, KO fragorosi, e soprattutto un idillio mai davvero sbocciato con la tifoseria e l’ambiente rossonero.

Ben altro era stato finora il cammino del Milan in Europa League, con un girone vinto a un turno dalla fine. Ma, a onor del vero, anche gli avversari erano ben altri, rispetto a quelli affrontati in campionato. Per il resto, parlano i numeri: 6 sconfitte su 14 gare in questa Serie A, appena 6 vittorie (per una media del 42,8% di partite vinte), 18 gol incassati e solo 19 realizzati. 23 formazioni cambiate su 23 gare disputate nel corso di tutta la stagione, sintomo di una confusione di idee e di tanti equivoci tecnici e tattici.

Insomma, l’esonero di Montella pareva l’unica strada percorribile per il Milan, che senza ombra di dubbio è la grande delusione di questo campionato: e tutto ciò, anche in considerazione all’onerosa campagna acquisti che il club rossonero aveva intrapreso durante la scorsa estate, con oltre 200 milioni spesi (oltre 40 per il solo Bonucci, la cui resa è stata di gran lunga inferiore alle aspettative).

E, mentre su Twitter la società rossonera ufficializza l’addio al suo ormai ex tecnico, confermando l’affidamento della panchina a Gennaro Gattuso, sui social c’è anche chi esulta: si tratta di Carlos Bacca, ex bomber rossonero, fra le vittime più illustri della gestione Montella.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*