Monchi: ‘Avrò un budget doppio rispetto al Siviglia, Spalletti deve rimanere….’

In una intervista a tutto campo rilasciata ad una radio spagnola, Monchi ha parlato di Spalletti e del futuro mercato.

Monchi non è di certo uno di poche parole. Il nuovo ds della Roma, da poco tempo ufficializzato dal club capitolino, ha già incontrato la stampa diverse volte e rilasciato interviste a go go. A Radio Onda Cero, una emittente spagnola, ha parlato di Luciano Spalletti, un tecnico per il quale nutre una forte stima e che vorrebbe confermare senza se e senza ma: ‘Lavorare con Spalletti è uno dei motivi che mi hanno spinto a scegliere la Roma. La Roma ha un tecnico che voglio convincere a restare, che voglio conquistare con il mio lavoro. Ho un desiderio, voglio che Spalletti resti alla Roma. Poi se deciderà di andarsene io e la società valuteremo quello che c’è da fare’.

Non si è voluto sbilanciare sul possibile sostituto, anche se il nome di Emery è quello più plausibile tenuto conto dle forte legame che lega i due, dai tempi del Siviglia: ‘Emery l’ho sentito un mese fa, voleva farmi l’in bocca al lupo per la mia nuova esperienza perché sapeva che avrei lasciato Siviglia. Abbiamo parlato solo come amici, posso giurarlo’.

Questa volta ha voluto glissare sull’argomento relativo all’addio di Francesco Totti. La sua recente uscita che di fatto ha ufficializzato l’addio del Pupone alla Roma, ha già suscitato un vespaio di polemiche da parte della stampa italiana.

Si è detto entusiasta dell’idea di vivere nella capitale italiana, che ancora non conosce alla perfezione ma che già lo entusiasma:’Ho visto poco, al momento vivo in un hotel vicino a Trigoria, sono lontano dal centro e ancora non ho avuto l’occasione per fare il turista. Sono uscito una sera, sono andato a Trastevere. Roma è bellissima e i romani sono simili agli andalusi dal punto di vista caratteriale. Tra poco mi raggiungerà la famiglia e la vita sarà più normale. Sto imparando l’italiano, per noi spagnoli non dovrebbe essere difficile’.

Monchi e il mercato

Per quanto riguarda il mercato, Monchi ha ribadito quelle che saranno le linee guida: ‘La Roma non va al prodotto finale di 50 o 80 milioni. La Roma non va da Pjanic ora che è alla Juventus, ma ci va prima, prende Marquinhos dal Brasile, non dal Psg. Però rispetto al Siviglia ci sono un po’ più di soldi, basta guardare il monte ingaggi dei due club’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*