Milan in ritiro punitivo fino a data da destinarsi

Alla fine, la cura Gattuso non pare aver instillato quel grande miglioramento tanto auspicatosi per il Milan. Il nuovo tecnico rossonero, giunto per rilevare Vincenzo Montella, sembra forse aver causato addirittura una flessione ulteriore. Basta guardare i dati, le statistiche, e i risultati, per rendersene conto.

Milan GattusoIl Ringhio ha preso le redini del Milan da poche settimane, in occasione del match di campionato contro il Benevento: una partita che passerà alla storia, in quanto i rossoneri sono stati i primi (e gli unici, fino a questo momento) a far fare un punto nella massima serie ai campani, peraltro con un gol del portiere Brignoli.

Non che le cose siano poi migliorate: è infatti seguito un clamoroso KO contro il modesto Rijeka, nell’ultima gara della fase a gironi di Europa League. Dopodiché, una sofferta vittoria di campionato contro il Bologna, ed una, ben più convincente, contro il Verona negli ottavi di finale di Coppa Italia.

Proprio la buona prova offerta nel torneo nazionale pareva aprire dei margini di miglioramento per il Milan di Gattuso: come se la crisi fosse oramai alle spalle, il classico sole che rischiara dopo la notte più buia. Nulla di più falso: proprio il Verona, il fatal Verona, ancora una volta, ha sgretolato nuovamente le fragili ambizioni rossonere, con un 3 – 0 cui si fa davvero fatica a credere. Un risultato ancor più clamoroso, se si pensa che l’Hellas, prima di affrontare il Milan, era penultimo in campionato, davanti soltanto ad un ancor più modesto Benevento.

Uno score terribile quello di Gattuso, che parla di due vittorie, un pareggio e due sconfitte in cinque match, con sette reti realizzate in questo frangente e ben otto subite. E, soprattutto, l’impressione che il treno europeo sia irraggiungibile, con troppi problemi dentro e fuori dal campo, tra questioni economiche e societarie, grane legate a giocatori e quant’altro.

Da qui, la scelta di Fassone e Mirabelli di castigare la squadra, e di spedirla in un ritiro punitivo fino a data da destinarsi. Nella speranza, tuttavia, che la cosa non disunisca ulteriormente un Milan già visibilmente allo sbando. Si rischia di scavare il fondo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*