Mertens pone delle condizioni per il rinnovo: il nodo della clausola rescissoria

Il rinnovo contrattuale di Mertens va avanti ormai da alcuni mesi, ecco le condizioni poste dal belga che stanno paralizzando la trattativa.

Il rinnovo contrattuale di Dries Mertens potrebbe subire una battuta d’arresto. Il belga ha fatto sapere a De Laurentiis di poter accettare solo un rinnovo con una clausola non elevata, anche se l’intenzione è quella di rimanere almeno per un altro anno in maglia azzurra. La trattativa va ormai avanti da alcune settimane e a giorni dovrebbe arrivare la tanto attesa fumata bianca.

Un’altra pretesa del folletto belga è quella del proseguimento dell’esperienza di Maurizio Sarri all’ombra del Vesuvio. Grazie al modulo tattico adottato dal tecnico toscano, Mertens ha espresso il massimo del proprio potenziale diventando una risorsa offensiva assolutamente insostituibile (25 reti in campionato). La conferma di Sarri non è affatto scontata, tenuto conto che la clausola rescissoria con la quale il tecnico si libererebbe non supera gli otto milioni di euro.

Insomma, se l’esperienza di Sarri a Napoli non proseguisse allora anche il futuro di Mertens tornerebbe prepotentemente in discussione. La proposta del Napoli prevede un prolungamento fino al 2021 con adeguamento dell’ingaggio a 4 milioni di euro. L’eventuale clausola rescissoria varrebbe solo per l’estero e avrebbe effetto solo dal prossimo anno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*