Mbappé, tutto fatto per il trasferimento al Real Madrid?

Non è facile migliorare ulteriormente una squadra che, negli ultimi quattro anni, è riuscita a portare a casa per ben tre volte la Champions League. Il Real Madrid, tuttavia, è un club che punta sempre più in alto, sempre al massimo: e così, dopo aver vissuto una sessione estiva di calciomercato soprattutto al passivo, i galacticos si sono liberati di alcuni esuberi molto costosi, come James Rodriguez, Danilo, Morata, Pepe e Coentrao. E, adesso, paiono pronti a sferrare il colpo da novanta in entrata, per una trattativa che pare destinata a superare tutti i record precedentemente stabiliti. Kylian Mbappé, talentuosissimo asso del Monaco, sembra veramente vicino al trasferimento in Spagna, alla corte di Zinedine Zidane.

Kylian MbappéPur se appena diciottenne, Kylian Mbappé è reduce da una stagione a dir poco incredibile con il Monaco: 26 marcature in 44 presenze, che son valse la conquista del campionato francese ai danni del favoritissimo Paris Saint Germain, oltre al raggiungimento di una clamorosa semifinale di Champions League, poi persa nel doppio confronto con la Juventus.

Divenuto ben presto l’oggetto del desiderio di alcuni fra i maggiori top club europei, fin da subito si era intuito che i favori spettavano al Real Madrid, ove Mbappé potrebbe diventare il grande fenomeno del futuro. E così, le cifre alle quali potrebbe chiudersi l’affare sono a dir poco stratosferiche, tanto che segnerebbero un nuovo, straordinario record: 160 milioni di euro più altri eventuali 20 milioni, per un totale di 180 milioni di euro potenziali. Una cifra incredibilmente più alta rispetto a quella necessaria lo scorso anno, per il Manchester United, per riportare in Inghilterra un altro giovane campione francese, Paul Pogba.

Rimangono da vincere le residue resistenze del Monaco, che a quanto pare vorrebbe monetizzare ancora di più da questa incredibile trattativa. O, al limite, spererebbe di trattenerlo almeno per un’altra stagione, magari in prestito, prima di vederlo andare in Spagna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*